rotate-mobile
Ristoranti

Ristoranti sul mare: 5 locali a Genova per le vostre serate estive

Un tavolo per due, vista mare, magari a lume di candela: ecco alcuni posti dove è possibile ricreare questa atmosfera romantica

Un tavolo per due, vista mare, magari a lume di candela. Difficile immaginarsi qualcosa di più romantico. Questo suggestivo scenario possiamo ricrearlo vicino a casa, a pochi passi dal centro, prenotando in uno tra i locali più chic di Genova. Ecco qui cinque ristoranti dove mangiare vista (o addirittura sul) mare. 

  • Capo Santa Chiara a Boccadasse: nell’elegante cornice del quartiere, spicca tra gli scogli il promontorio di Capo Santa Chiara, dal quale il ristorante prende il nome. Ingredienti pregiati in armonia con il piatto, abbinamenti esotici come quaglia e scampi con scorzonera, salsa di quaglia e ibisco o l’astice con pavé di tuberi e radici Liguri, beurre blanc e caviale di aringa. 
  • Bagni Medusa sulla passeggiata Garibaldi a Nervi: ristorante sul mare incastonato nella roccia, i suoi diversi piatti di pesce, la pizza e la tradizionale focaccia “tipo Recco” sono ipirati alla più tipica cucina ligure, utilizzando ingredienti semplici, ricercati con attenzione tra le proposte del mercato e in base alla stagionalità
  • Pier in via Murcarolo a Quinto: bistrot con veranda sul mare, propone perlopiù piatti di pesce come tartare di salmone, avocado e frutti di bosco; crudo di mare deluxe con gamberi, scampi, ostrica, tonno e salmone; paccheri allo scoglio; trancio di pescato del giorno con crema di mango e patate ecrassé
  • Santamonica su lungomare Lombardo (corso Italia): un ristorante di pesce “non convenzionale”, per cui i proprietari, Monica Capurro e Andrea Giachino, portano ogni giorno avanti un progetto di cucina in costante divenire, basato sull’innovazione, sulla qualità della materia prima, sul rapporto diretto con produttori e fornitori. Ideale per i crudi di mare: dai gamberi viola di Santa Margherita alle ostriche Perle Noire
  • Osteria del Bai in via Quarto: Una cucina che parla di territorio partendo dai prodotti, con sapori chiari e puliti. Oltre 300 etichette ad accompagnare i piatti gourmet come: calamaretti, crema di verdure dell’orto e salsa al Franciacorta; plin di anatra e il suo fondo in crema di parmigiano; astice con salsa al burro salato, cavolo viola e caviale; anatra jus prugne e whisky. Si tramanda che Garibaldi, dopo aver bevuto un bicchiere di vino “della staffa” proprio nel fortino saraceno dove oggi c’è l’Osteria del Bai, si imbarcò per la spedizione dei Mille

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoranti sul mare: 5 locali a Genova per le vostre serate estive

GenovaToday è in caricamento