Politica Sampierdarena / Corso Onofrio Scassi

Pronto soccorso Villa Scassi, Viale: «Previsti lavori per tre milioni di euro»

Giovanni Pastorino ha sottolineato la necessità di un'ispezione al pronto soccorso di Villa Scassi per verificare lo stato delle strutture e delle condizioni dei pazienti

Ieri in consiglio regionale, Giovanni Pastorino (Rete a sinistra) ha illustrato un'interrogazione sul pronto soccorso dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, a suo avviso assolutamente inadeguato per una struttura DEA di primo livello a far fronte a un notevole carico di utenti, «derivanti dal fatto che il nosocomio incontra la confluenza dei residenti della Valpolcevera e del Ponente cittadino, stimabili in trecento/trecentocinquantamila persone».

Pastorino, inoltre, ha rimarcato che al pronto soccorso ogni giorno ci sono circa trenta/quaranta barelle occupate da pazienti in attesa di cure in condizioni di promiscuità, dove uomini e donne non godono di privacy e non hanno la possibilità di accoglienza e di un trattamento adeguato.

Il consigliere ha rimarcato, infine, che al momento del ricovero nel reparto di emergenza non viene operata nessuna distinzione tra cittadini affetti da patologie importanti e chi è reduce da un incidente oppure fa uso di sostanze tossiche e alcool. Pastorino ha chiesto, quindi, alla giunta se siano state fatte ispezioni e quali soluzioni intenda intraprendere «per far diversificare l'operatività del pronto soccorso  dall'accoglienza dignitosa e sicura degli utenti».

Per la giunta ha risposto l'assessore alla sanità Sonia Viale, che ha chiarito che sono già stati fatti interventi per migliorare la situazione e che altri sono in programma. In particolare sono stati fatti interventi per tutelare la riservatezza delle persone, per migliorare la pulizia dei locali e l'assistenza al paziente: nel 2013, fra gli altri interventi, è stata ampliata e rinnovata l’area dedicata al triage, alla visita degli utenti, e gli spazi dedicati alla medicina d'urgenza breve.

Questi e altri interventi migliorativi hanno comportato un impegno per l'Azienda fra il 2012 e il 2013 di 3 milioni 494mila euro per strumentazione e biomedicale dell'area emergenza, e di 1 milione e 502mila euro per interventi strutturali.

Viale ha spiegato che sono previsti altri lavori di adeguamento per circa tre milioni di euro, da impiegare, secondo quanto deciso nel marzo scorso, all'ampliamento e rifunzionalizzazione del reparto.

L'assessore ha rimarcato che il pronto soccorso dell'ospedale Villa Scassi rientra nella media nazionale dei tempi di attesa per codici di gravità che vengono verificati ottenendo per ciascun paziente una cronologia di risposta.

Pastorino ha sottolineato la necessità di un'ispezione al pronto soccorso di Villa Scassi per verificare lo stato delle strutture e delle condizioni dei pazienti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso Villa Scassi, Viale: «Previsti lavori per tre milioni di euro»

GenovaToday è in caricamento