rotate-mobile
Politica San Fruttuoso / Via San Fruttuoso

Villa Imperiale: una frauna causata dalla pioggia riaccende la polemica in Bassa Val Bisagno

La minoranza in Municipio torna all'attacco sul tema della manutenzione della villa con parco di San Fruttuoso, gli interventi dell'ex presidente Massimo Ferrante e del consigliere della Lista Rossoverde Gabriele Ruocco e la replica della giunta Guidi

A causa delle piogge dei giorni scorsi c'è stata una frana a Villa Imperiale, una porzione di muro è caduta sulla strada che viene utilizzata come collegamento tra parte alta e bassa di San Fruttuoso, fortunatamente in un momento in cui non passava nessuno. L'episodio ha riacceso i riflettori sulla situazione di una della più antiche e prestigiose ville con parco di Genova, da tempo al centro di discussioni anche nel Municipio Bassa Val Bisagno, senza dimenticare che la competenza è comunale. A fine ottobre, in consiglio municipale, maggioranza e opposizione si erano scontrate su una mozione presentata dalla lista RossoVerde e sottoscritta da tutta la minoranza, volta a impegnare la giunta ad attivarsi presso il Comune per chiedere interventi di cura del parco. La maggioranza aveva chiesto alcune modifiche relative ai termini utilizzati (in particolare veniva chiesta la cancellazione del termine 'degrado') e alla fine il documento era stato bocciato.

Ruocco (Lista RossoVerde): "Siamo sempre aperti al dialogo, per il bene dei cittadini"

Gabriele Ruocco, consigliere della Lista RossoVerde ha riacceso la polemica, chiedendo nuovamente maggiore attenzione alla situazione di Villa Imperiale: "Dopo la bocciatura ho ribadito che la porta del dialogo rimane aperta a qualsiasi iniziativa volta a risolvere questo problema e a dare una risposta concreta ai cittadini. Avevo chiesto di indire una commissione ad hoc per portare all’attenzione del Municipio questa criticità, con la partecipazione di Aster e degli assessori comunali competenti, per risolverla tutti assieme, lasciando da parte questioni politiche. Pensando solo al bene dei cittadini, che si aspettano risposte concrete dalla politica. Con dispiacere ho appreso che questo non è stato ritenuto opportuno da questa amministrazione municipale. La frana è avvenuta a causa della pioggia - sostiene Ruocco - ma anche per la scarsa attenzione alla cura del territorio e la poca manutenzione. Da parte mia sono sempre disponibile a risolvere la criticità. La proposta di indire una commissione ad hoc è sempre valida. Mi auguro che questa volta venga accettata in uno spirito di collaborazione".

L'ex presidente Ferrante: "Il volontariato non può sostituire il Comune"

Anche Massimo Ferrante, ex presidente del Municipio e attuale consigliere del centrosinistra con la propria lista, è intervenuto sulla questione. Negli scorsi cicli amministrativi aveva attivato una serie di patti di collaborazione, quello con gli 'Amici di Villa Imperiale' che una volta al mese si occupano della pulizia della Villa, quello con l'Istituto Agrario Marsano per l'alternanza scuola-lavoro e quello con il centro diurno Boggiano Pico, finalizzato all’integrazione di giovani con deficit cognitivi di lieve e media entità attraverso attività di manutenzione funzionale e migliorativa degli spazi verdi pubblici. "Avevamo ideato questa 'soluzione tampone' - spiega - perché la cura del parco storico di Villa Imperiale da parte del Comune e di Aster è sempre stata - sostiene l'ex presidente della Bassa Val Bisagno - estremamente carente e insufficiente. Il ringraziamento ai cittadini volontari è doveroso ma il volontariato non può sostituire gli obblighi della civica amministrazione. Da troppo tempo la manutenzione ordinaria nel parco di Villa Imperiale come nel resto del territorio è scarsamente effettuata e finanziata, privilegiando le grandi e roboanti opere".

"È bastata una giornata di pioggia - aggiunge Ferrante - perché in Villa Imperiale si creasse l'ennesima frana, per questo sono preoccupato anche per i prossimi mesi. I muretti a secco necessitano di manutenzione, da troppo tempo. Anche per la conformazione stessa del parco, che si sviluppa in salita. Sotto il terreno tende a spingere e questi muri formati da pietre tenuti insieme con la malta tendono a deteriorarsi. Ricordo che già nel 2019 ci fu una determinazione dirigenziale per lavori di somma urgenza in seguito ad alcune piogge nel mese di novembre di quell'anno, purtroppo però non ne abbiamo saputo più nulla. Noi, come detto, avevamo provato a trovare una soluzione temporanea attivando i patti di collaborazione con i volontari, ma questo non può ovviamente bastare, serve l'intervento della pubblica amministrazione e non si può solo sperare nell'arrivo dei fondi del Pnrr, di cui si parla da diverso tempo".

"La responsabilità di Villa Imperiale - conclude Ferrante - è ovviamente del Comune, ma all'attuale presidente del Municipio chiedo comunque di rispettare quanto detto in campagna elettorale, aveva promesso maggiore attenzione al parco e ora servono delle risposte. Nel mio primo mandato non ho avuto problemi a scontrarmi con un'amministrazione centrale dello stesso colore politico. Un presidente di Municipio, per come intendo io il ruolo, deve far valere gli interessi della propria comunità".

Angelo Guidi, presidente Municipio Bassa Val Bisagno: "Risponderemo con i fatti"

Angelo Guidi, attuale presidente del Municipio Bassa Val Bisagno, sottolinea invece il lavoro portato avanti negli ultimi mesi e replica: "Cercheremo di rispondere con i fatti alle polemiche e Aster ci sta dando una grossa mano in una situazione che si trascina, purtroppo, da diverso tempo. Ora stiamo lavorando sul un progetto da due milioni di euro con il Comune e gli uffici competenti per la ristrutturazione di Villa Imperiale, grazie ai fondi del Pnrr. Si tratta di risorse che non arrivano per caso, ma perché, come ha detto anche Draghi qualche mese fa, questa amministrazione è credibile e sa come spendere il denaro che riceve dal governo centrale. Io non ho problemi a portare avanti le istanze del territorio, ma lo faccio nelle sedi opportune, facendomi sentire quando necessario. I cittadini sono stufi di litigi e polemiche, ma chiedono i fatti, e con quelli risponderemo nei prossimi mesi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Imperiale: una frauna causata dalla pioggia riaccende la polemica in Bassa Val Bisagno

GenovaToday è in caricamento