menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa della salute in Valpolcevera, ancora non si vede la soluzione

«l'unico accordo di programma sottoscritto collocava la Casa della Salute nell'area ex Mira Lanza. Viste le difficoltà in quel sito, abbiamo proposto alla Regione un paio di altre zone». Così il vice sindaco Bernini

Fra gli argomenti, presentati ieri in consiglio comunale come articoli 54, interrogazioni a risposta immediata, Leonardo Chessa (Sel) e Cristina Lodi (Pd) hanno chiesto un aggiornamento sulla destinazione delle aree per la realizzazione della Casa della salute in Valpolcevera.

Lodi: «il 25 marzo 2014, una mozione ha dato mandato alla giunta di procedere nella progettazione della Casa della Salute. La settimana scorsa abbiamo presentato l'interpellanza, oggi leggiamo che si parla di una ridefinizione di tutti i servizi della Valpolcevera, con un aumento dei servizi offerti alla popolazione. È vero ciò che è scritto sui giornali? Il Comune ne è stato informato o la Asl ha proceduto per conto suo? Quale è stato il ruolo del Municipio? Chiedo che questo Consiglio sia coinvolto nella riorganizzazione.»

Chessa: «il Municipio Valpolcevera chiede, sulla base di un protocollo d'intesa dello scorso aprile, se lo studio sulla fattibilità della Casa della Salute sia stato compiuto e con quali risultati.».

Risponde il vice sindaco Stefano Bernini: «l'unico accordo di programma sottoscritto, riportato nel piano urbanistico, collocava la Casa della Salute nell'area ex Mira Lanza. Viste le difficoltà in quel sito, per l'atteggiamento della proprietà, abbiamo proposto alla Regione un paio di altre zone. Non sappiamo se lo studio di fattibilità sia stato eseguito. Recentemente ho incontrato il nuovo assessore alla sanità, che mi ha detto di rivolgermi al commissario della Asl, il quale mi ha riferito che in assenza di fondi per realizzare la piastra si sarebbe potuto utilizzare l'ospedale Pastorino, spostando i letti nell'ex ospedale Celesia. In questo contesto, sarebbe da valutare la necessità di trasferire i posti dell'associazione Ghirotti. Per farlo, occorre uno studio di fattibilità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento