menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

V Day: piazza della Vittoria strapiena per Beppe Grillo

Genova ha accolto con il sole il V-Day del Movimento 5 Stelle. In piazza della Vittoria, oltre a Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio e il premio Nobel Dario Fo. Poco dopo le 14 il discorso del comico genovese

Genova ha accolto con il sole il V-Day del Movimento 5 Stelle. Dopo la musica di alcuni gruppi locali, l'appuntamento è entrato nel vivo con l'arrivo in piazza della Vittoria di Gianroberto Casaleggio e del premio Nobel Dario Fo.

In piazza anche la senatrice Paola Taverna, reduce dall'intervento sulla decadenza di Berlusconi in Parlamento.

Poco dopo le 13.30 Beppe Grillo è arrivato nei pressi del palco a bordo di un'auto con i vetri oscurati. Prima di concedersi al pubblico, il leader 5 Stelle ha rilasciato le prime dichiarazioni. «I politici devono rendere 2,7 miliardi di finanziamenti pubblici presi».

«I politici sono vigliacchi - ha proseguito Grillo -, daremo loro l'estrema unzione». E poi ancora «non faremo mai alleanze con gli altri schieramenti politici».

L'appuntamento è anche l'occasione per lanciare la campagna elettorale in vista delle europee. «Dobbiamo vincere e vinceremo» ha garantito Grillo. Per farlo ha annunciato un programma in sette punti. IL VIDEO

SU NAPOLITANO «E' pronto l'impeachment per Napolitano. Rimarrai da solo, la tradirai da solo l'Italia, dobbiamo rifare il Paese. Da qui deve partire una rivoluzione culturale e politica. Qui a Genova abbiamo inventato tutto. Non è più un sogno, siamo oltre. Dobbiamo andare a scoprire un mondo che c'è già, un mondo diverso fatto di solidarietà. Abbiamo 8 milioni di poveri. Dobbiamo fare pulizia, dobbiamo mandare a casa i politici» Lo ha detto Grillo e la piazza ha risposto. «Tutti a casa, tutti a casa».

SULL'EURO «Voglio un referendum sull'euro, facciamolo questo referendum sull'euro. I paesi europei che sono fuori dall'euro vanno abbastanza bene e non sono a rischio default».

SU PIAZZA DELLA VITTORIA «Ci stanno svendendo la vita. Noi abbiamo preso questa piazza, io pensavo da cittadino Genova che piazza della Vittoria fosse del Comune di Genova, e invece questa piazza è stata affittata ad una multinazionale americana per 100 anni per farci un parcheggio sopra. Non puoi affittare una cosa che non è tua per cento anni». (IL VIDEO)

SU BURLANDO «Burlando e questa gente qui, ha detto che io sfilo con gli operai mentre loro concludono i contratti. Che provino loro a sfilare in mezzo agli operai, che vengano qui». (IL VIDEO)

SUL PAPA «Siamo andati oltre la piazza, ma ricordatevi quando è nato il Movimento, è nato il 4 ottobre, il giorno di San Francesco, siamo arrivati prima del Papa Francesco. Anche lui è grillino».

DUETTO CON DARIO FO Un breve 'duetto' comico tra il premio Nobel Dario Fo e Beppe Grillo ha introdotto la 'lectio' sulla cultura di Fo durante il V-day di Genova. «Guarda Dario quanti sono, son quasi tutti i genovesi... sono sulle spese». «Li ho visti e sono tanti, tantissimi», ha risposto Fo.

MICAH WHITE La faccia internazionale è quella di Occupy Wall Street che ha il volto di Micah White. Il movimento di contestazione pacifica americano vuole così confermare il legame con il movimento di Grillo che White definisce «il più importante movimento sociale del mondo». Un legame internazionale che nella scaletta del V-Day prevedeva una clip registrata di Julian Assange. Ma la clip al V-Day non è arrivata.

CASALEGGIO «Sono orgoglioso di essere un populista e di essere insieme a decine di migliaia di populisti, il potere deve tornare al popolo, le persone nelle istituzioni devono servire il popolo, non possono essere sopra la volontà popolare. Stiamo cercando di introdurre nuovi strumenti di democrazia diretta, in Italia oggi non c'è neppure la democrazia».

DARIO FO «C'è chi lucra sulla disperazione dei lavoratori dell'Ilva che devono scegliere se crepare di fame perché perdono il lavoro o di veleno». Il premio Nobel della letteratura si è chiesto se «esistano magistrati in grado di fermare i padroni di questa macchina di stragi. Sì che ci sono ma poi arrivano i politici che accettano denaro per convincere i lavoratori a tornare nell'ultima gabbia della mattanza».

NUMERI «Siamo 200.000 a Genova!» scrive Beppe Grillo su Twitter. Secondo gli organizzatori del V-day in piazza della Vittoria si sono radunate circa 40 mila persone provenienti da tutta Italia. La Questura non conferma nè smentisce il dato e, al momento, non ha fornito cifre della partecipazione. Alle 19.55 il V Day è terminato. Ma sui social network impazza la guerra sui numeri «Quante persone c'erano in piazza secondo voi? Dicono 40 mila, Enrico Mentana 150 mila e Beppe Grillo 200 mila. Chi ha ragione?»: è la domanda pubblicata dalla pagina facebook 'M5S Genova info OLTRE V3day'

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento