Unioni civili: Radicali e Socialisti favorevoli all'istituzione del registro

Come già preannunciato dal sindaco Doria durante l’incontro con una delegazione radicale e socialista del 2 agosto scorso, sarà presentato all’inizio del 2013 al voto del consiglio comunale la proposta di istituzione del registro per le unioni civili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Come già preannunciato dal sindaco Doria durante l’incontro con una delegazione radicale e socialista del 2 agosto scorso, sarà presentato all’inizio del 2013 al voto del consiglio comunale la proposta di istituzione del registro per le unioni civili.

 

La decisione della giunta del sindaco Doria per noi rappresenta un passo in più verso la libertà e la responsabilità individuale: il cardinal Bagnasco, che si scaglia contro le unioni civili parlando di allergia ai vincoli nella società moderna, non pare comprendere che i “vincoli” di cui parla non sono quelli scelti liberamente dagli individui, ma quelli imposti dall’alto, dalla Chiesa Cattolica o dallo Stato, imposizione che non può corrispondere ai bisogni, ai desideri e alle necessità dei singoli individui, ciascuno facente caso a sé.

Ribadiamo quindi il nostro appoggio a questa iniziativa del sindaco e della giunta genovesi, auspicando un voto positivo in Consiglio Comunale da parte di tutte le forze politiche affinché difendano questa libertà nell’interesse di tutti i cittadini.

Torna su
GenovaToday è in caricamento