Tunnel Rapallo-Santa Margherita: battaglia a suon di limitazioni al traffico

L'amministrazione rapallese approva un documento di osservazione al Puc di Santa Margherita: senza tunnel, Rapallo si considererà legittimata a mettere in atto restrizioni sul traffico diretto a Santa. Il Comune intende rivolgersi al Prefetto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

L'amministrazione rapallese approva un documento di osservazione al Puc di Santa Margherita: senza tunnel, Rapallo si considererà legittimata a mettere in atto restrizioni sul traffico diretto a Santa. Il Comune di Santa Margherita intende rivolgersi al Prefetto perché l'autorità del nostro consiglio comunale è sovrana negli ambiti che la legge individua come di sua competenza.

«Il dialogo ed il buon senso sono la strada giusta per affrontare qualsiasi problema - è il pensiero di Jolanda Pastine -. Il traffico è un problema generale e non di uno o due Comuni. Progetto per Santa e' consapevole che per Rapallo esista un grosso problema di traffico. Ne prendiamo atto ma, per risolverlo, siamo convinti che non si debbano creare comunque problemi al comune limitrofo. Le soluzioni finora prospettate da Rapallo appaiono di impatto ambientale».

Jolanda Pastine, capogruppo di Progetto per Santa, aggiunge: «Questa guerra che si è scatenata fra Rapallo e Santa Margherita, oltre ad essere figlia di ripicche personali e inutile campanilismo, danneggia i cittadini sia di Santa Margherita sia di Rapallo e pure quelli di Portofino. Progetto per Santa chiede il dialogo e apre al dialogo: no aut aut ma proposte concrete e realizzabili  fra due cittadine limitrofe, che dovrebbe già essere legate a doppio filo nell'affermazione della loro vocazione turistica».

Torna su
GenovaToday è in caricamento