Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Terzo Valico: stop dei 5 Stelle alla richiesta di sblocco fondi

Nuova manifestazione di contrarietà al Terzo Valico da parte del Movimento 5 Stelle. I sindacati chiedevano di votare un ordine del giorno per chiedere al ministero lo sblocco dei fondi, ma il documento è stato bloccato dai grillini

Oggi in Regione Liguria Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil hanno chiesto un intervento concreto nei confronti del ministero delle Infrastrutture per sbloccare il quinto lotto del Terzo Valico.

«C'è stata l'audizione con i capigruppo, ma l'ordine del giorno non è si potuto votare per contrarietà del Movimento 5 Stelle», spiegano le organizzazioni sindacali che sottolineano un altro aspetto: «l'analisi costi benefici propinata dal ministro Toninelli rappresenta un modo per creare allarmismi tra i duemila lavoratori e incertezze sui mercati mercantili su un'opera già finanziata e considerata strategica per l'intero Paese soprattutto dopo la tragedia del ponte Morandi. Non è dato sapere quali siano tempi di riferimento e quale sia il territorio da tenere in considerazione e come siano quantificati i danni nei confronti dell'intero sistema. Forse qualcuno dimentica che il Terzo Valico è già completato per il 32% e che ci sono migliaia di lavoratori tra diretti e indotto che rischiano di trovarsi senza lavoro e senza garanzie per il futuro».

Nelle prossime ore saranno organizzate assemblee nei cantieri per decidere ulteriori forme di protesta e mobilitazione sindacale.

Sulla stessa linea il capogruppo regionale Franco Senarega (Lega) che stamane in via Fieschi, insieme agli altri capigruppo regionali e al presidente del Consiglio Alessandro Piana, ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori del Terzo Valico. «Non si capisce - afferma Senarega - perché una volta fatto il quinto lotto non si debba proseguire per completare l'opera del Terzo Valico. I soldi del sesto lotto ci sono. I benefici di questa fondamentale e necessaria infrastruttura per Genova, la Liguria e il Paese, senz'altro superano di gran lunga i costi. Come previsto, tra l'altro, dal contratto di Governo. Non è plausibile dimostrare il contrario. Anche perché se ne è discusso per anni a tutti i livelli, incluso Comune, Città Metropolitana e Regione che hanno già dato il via libera. Pertanto, ora non può essere bloccata e deve andare avanti».

«Durante l'incontro con i sindacati - ha aggiunto Senarega - ho ribadito la posizione della Lega che da sempre si è dichiarata a favore di questa importante opera tenendo in giusta considerazione la salvaguardia dei lavoratori coinvolti. Per quanto riguarda la Gronda di Genova è lo stesso. Si tratta di un'altra opera necessaria che deve essere realizzata e non può essere bloccata».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzo Valico: stop dei 5 Stelle alla richiesta di sblocco fondi

GenovaToday è in caricamento