menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione cede il Teatro della Gioventù al Carlo Felice

Sono già partite le pratiche per la valutazione dell'immobile, affidate all'Agenzia del Territorio. Non cambia naturalmente la destinazione d'uso, vincolata a iniziative teatrali e culturali

L'assessore regionale alla cultura Ilaria Cavo ha annunciato, durante una riunione della III Commissione del Consiglio Regionale, l'intenzione di cedere il Teatro della Gioventù al teatro dell'opera genovese.

«L'operazione ha un valore patrimoniale ma ha anche un forte valore di sostegno al teatro e al suo tentativo in atto di raggiungere un pubblico più vasto ed eterogeneo. È un segnale per lo sblocco da parte del Governo dei finanziamenti della legge Bray, che ammontano a 13 milioni di euro», ha dichiarato Cavo.

«Cedere un gioiello come il teatro della Gioventù, appena ristrutturato dopo i danni alluvionali, significa offrire al Carlo Felice la possibilità di ampliare la sua programmazione con una sala dalla diversa capienza, che per alcune rappresentazioni e sperimentazioni può risultare più adatta».

Sono già partite le pratiche per la valutazione dell'immobile, affidate all'Agenzia del Territorio. Non cambia naturalmente la destinazione d'uso, vincolata a iniziative teatrali e culturali.

In Commissione sono stati anche ascoltati il Soprintendente Roi e le rappresentanze sindacali, che hanno espresso un parere positivo sullo sforzo patrimoniale della Regione. «La nostra scelta di cedere un immobile di pregio al teatro non può non essere colta, a Roma, come ulteriore elemento a sostegno del piano di risanamento del Carlo Felice, che prevede un pareggio di bilancio nel 2018. La Regione - ha concluso - ha fatto la sua parte, ora il governo deve fare altrettanto», ha concluso Cavo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento