menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tasi e Imu: parti sociali tagliate fuori dalla discussione

Riunione infuocata questa mattina delle commissioni Affari Istituzionali e Bilancio del Comune di Genova. Al momento della votazione è stata bocciata con 20 no e 18 sì la proposta di convocare le parti sociali

Riunione infuocata questa mattina delle commissioni Affari Istituzionali e Bilancio del Comune di Genova. Al momento della votazione è stata bocciata con 20 no e 18 sì la proposta di «convocare nel più breve tempo possibile le parti sociali per ridiscutere le aliquote Imu e Tasi per l'anno 2014». Contrari Pd, Lista Doria e Sel. Favorevoli M5S, Pdl, Gruppo Misto, Lista Musso e Udc.

Al termine dell'incontro è giunta una nota congiunta a firma Simone Farello (Pd), Lucio Valerio Padovani (Lista Doria) e Giampiero Pastorino (Sel) per criticare aspramente quanto accaduto in mattinata. Si legge, le commissioni «non hanno potuto svolgere il proprio lavoro a causa delle iniziative ostruzionistiche messe in atto dalla minoranza».

«La richiesta - prosegue la nota -, da tutti condivisa, di audire in una apposita Commissione le parti sociali – già consultate dalla Giunta -, è stata  piegata alle esigenze strumentali di impedire che il Consiglio Comunale possa esprimersi sull’atto il 20 maggio».

Fatto sta che lunedì (ore 14) e martedì (ore 9.30) sono nuovamente convocate le commissioni per discutere del regolamento di Imu e Tasi.

Critico il capogruppo del Gruppo misto Stefano Anzalone. «La maggioranza non vuole ascoltare le associazioni dei proprietari di casa e degli inquilini, ma solo tassarli al massimo senza confrontarsi con loro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento