rotate-mobile
Politica Centro / Piazza Raffaele De Ferrari

Servizi sociali, ass. Rambaudi: "50% in meno dopo la manovra"

L'assessore regionale Lorena Rambaudi parla di "morte dello stato sociale" e prevede una riduzione dei servizi sociali in Liguria di oltre il 50%

“Con questa manovra si sta profilando una riduzione dei servizi sociali in Liguria di oltre il 50%”. Lo ha detto l’assessore regionale alle politiche sociali Lorena Rambaudi oggi a margine della seduta del consiglio regionale.

“Lo abbiamo calcolato sulla base di proiezioni non ancora precise – ha detto Rambaudi – ma lo scenario che si prospetta è alquanto preoccupante. Il fondo sociale indistinto aiuta infatti i Comuni a sostenere la spesa sociale in tutti i settori, dalla domiciliarità per gli anziani, agli asili nido, ai servizi per i disabili, al contrasto alle nuove povertà, tagliarlo vuol dire tagliare tutto in percentuale”.

“Il problema – ha spiegato l’assessore Rambaudi – non è solo dovuto ai tagli per il 2012, ma anche all’impostazione del decreto delega del Governo di riforma dell’assistenza che ci riporta indietro di oltre 20 anni , modificando completamente l’approccio al settore, introducendo la strategia dell’assistenzialismo e degli Enti caritatevoli, eliminando la funzione degli Enti locali e prevedendo di attingere i finanziamenti dal capitolo socio-sanitario”. 

Per far fronte al problema del taglio delle risorse e al nuovo scenario che si prospetta nei servizi sociali, venerdì prossimo tutti gli assessori delle Regioni italiane insieme all’Anci e alle Province si riuniranno a Perugia, presso la sede del Municipio. “Quello che ci preoccupa – conclude Rambaudi – è la morte dello stato sociale con tutto quel che ne consegue per la convivenza civile”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi sociali, ass. Rambaudi: "50% in meno dopo la manovra"

GenovaToday è in caricamento