menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aborto, le 'grandi intese' sbarcano a Tursi

L'ultimo punto all'ordine del giorno del consiglio comunale di ieri è stata una mozione sulle iniziative a sostegno della maternità. Pd ,Pdl, Lista Musso, Lega Nord e Udc hanno votato a favore, contro Lista Doria, M5S, Sel e Federazione della sinistra

L'ultimo punto all'ordine del giorno del consiglio comunale di ieri è stata una mozione sulle iniziative a sostegno della maternità. A presentarla sono stati Stefano Balleari (Pdl) e Cristina Lodi (Pd). Dopo la decisione, presa all'unanimità, di aumentare le aree per la sgambatura dei cani, questa volta l'argomento ha suscitato qualche tensione.

«La nostra regione ha un elevato numero di aborti - ha spiegato Balleari -, spesso motivati da motivi economici. Dovremmo dare una mano concreta, stanziando una piccola quota del bilancio comunale, a chi decide di portare avanti una gravidanza».

«Il sostegno alla maternità - ha aggiunto Lodi - ultimamente non ha trovato risposte concrete, molti tipi di sostegni, già garantiti dal Comune di Genova, ora sono più difficili da erogare, ma il sostegno alla famiglia e alla donna deve essere prioritario per il Comune».

Ha risposto l’assessore Emanuela Fracassi. «Il tema della tutela della donna e della maternità è molto importante ed è già stato trattato a livello regionale. Esiste un’ampia rete dei servizi comunali che supporta la donna e la famiglia nelle fasi di fragilità».

«La Liguria ha un alto tasso di interruzioni di gravidanza - prosegue Fracassi -, ma il fenomeno è in decrescita: si passa dal 12.56 per mille del 1990 al 9.51 per mille del 2009, fatto che evidenzia come l’educazione sessuale attivata nelle scuole e nei consultori ha dato risultati».

«I servizi che abbiamo oggi: seguiamo 7 mila minori con le loro famiglie con un servizio integrato Asl/Comune; stiamo per firmare un accordo anche con gli ospedali. Interveniamo anche attraverso l’affido familiare; abbiamo accordo con centri di ascolto vicariale, che aiutano economicamente le famiglie bisognose. Esiste anche una rete che accoglie donne sole con minori, o in attesa».

«Abbiamo anche l’affido familiare diurno - conclude Fracassi - e, infine, il sistema integrato in collaborazione con il Terzo settore con l’intervento di educatori per accompagnare la genitorialità. Rispetto ai contributi economici, nel 2011 sono stati attivati 490 assegni di maternità; 549 quelli del 2012, riservato alle famiglie con bambini e con reddito basso».

Il documento è stato approvato con 21 voti favorevoli e 14 contrari (Lista Doria, M5S, Sel, Fds). «La maggioranza delle larghe intese è arrivata in consiglio comunale a Genova», ha detto il capogruppo Sel Gian Piero Pastorino. «I gruppi della maggioranza sembrano corpi estranei, dimostrano la debolezza del sindaco Doria, l'incapacità della sua giunta di prendere decisioni», ha attaccato il consigliere Pdl Matteo Campora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento