menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pierluigi D'Angelo e Pasquale Meringolo chiedono alla Regione un nuovo provvedimento

Pierluigi D'Angelo e Pasquale Meringolo chiedono alla Regione un nuovo provvedimento

Sicurezza sul lavoro, Anaci e Cna: "Servono nuove leggi"

Anaci e Cna chiedono alla Regione Liguria un nuovo provvedimento che possa specificare come e quando devono essere installati i sistemi di sicurezza e, soprattutto, chi se ne deve occupare

Maggiore chiarezza in termini di prevenzione per le cadute dall’alto nei cantieri edili.

E' la richiesta del Rag. Pierluigi D’Angelo, presidente della sezione di Genova dell’Anaci Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari e il Geom. Pasquale Meringolo, presidente della sezione di Genova della CNA - Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa Edile.

Una legge regionale a proposito di “Norme per la prevenzione delle cadute dall’alto nei cantieri edili” esiste già, ed è stata approvata il 15 Febbraio del 2010 (numero 5/2010), ma secondo D’Angelo e Meringolo "è poco più che un orientamento ed è assolutamente incompleta e passibile di moltissime interpretazioni. Per questo serve un provvedimento che vada molto di più al cuore del problema, che specifichi dove, come e quando devono essere installati i sistemi di sicurezza e chi se ne deve occupare".

La legge regionale vuole che “tutti gli interventi di nuove costruzioni, ristrutturazioni ed ampliamenti in edilizia, nonché le semplici manutenzioni in copertura o installazioni di impianti tecnici, telematici, fotovoltaici, devono presentare caratteri tali da eliminare il rischio caduta dall’alto, fornendo un sistema di ancoraggio permanente e sicuro per i lavoratori che operano sul tetto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento