Scrutatori per le elezioni, si cambia: precedenza ai disoccupati

Pirondini: «È una  vittoria del MoVimento 5 Stelle, l'Assessore Campora ha assicurato che saranno abolite le quote di assegnazione partitiche con nomine dirette»

Le richieste del Movimento 5 Stelle nell'ultimo consiglio comunale, relative alla scelta degli scrutatori in vista delle prossime elezioni politiche, sembrano aver fatto breccia in Comune e, come spiegano proprio i grillini in un comunicato, le modalità di scelta potrebbero cambiare privilegiando i disoccupati e gli iscritti ai centri per l'impiego. Quest è quello che sembra aver promesso l'assessore Campora durante una commissione urgente convocata per discutere il problema.

Pirondini: «Una vittoria del Movimento 5 Stelle»

«È una  vittoria del MoVimento 5 Stelle - afferma Luca Pirondini - poiché l'Assessore Campora ha assicurato in Commissione che saranno abolite le quote di assegnazione partitiche che si risolvevano con il 75% alla maggioranza e il 25% alla minoranza attraverso nomine dirette ed in base al gradimento politico dello scrutatore stesso. Pratica, a nostro avviso, pericolosissima e grave».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giordano: «Precedenza ai disoccupati»

«Ci è  stato inoltre assicurato che sarà data precedenza, come richiedevamo, agli iscritti che risultino essere disoccupati ed iscritti al centro per l'impiego - aggiunge il consigliere comunale Stefano Giordano.  Non ci riteniamo comunque pienamente soddisfatti in quanto siamo certi che sarebbe più equo e giusto se gli scrutatori all'interno della lista venissero scelti tramite sorteggio dopo una prima scrematura che dia la precedenza ai cittadini disoccupati, in ogni caso un primo passo per cambiare un sistema da "vecchia politica" radicato e consolidato negli anni è stato fatto. Naturalmente continueremo a monitorare la situazione affinchè quanto promesso in Commissione questa mattina si trasformi in fatti concreti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Bassetti: «Seconda ondata? Basta allarmismo»

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ruba una valigia in un'auto ma passa davanti al proprietario poco dopo

  • A7, chiude per 15 giorni la galleria tra lo svincolo A12 e Bolzaneto: le modifiche al traffico

  • Il primo giorno del ponte San Giorgio, tra code e qualche intoppo

  • Notte di San Lorenzo 2020, dove guardare le stelle cadenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento