Scarpino: riapertura per una settimana, poi nuovo vertice

Sei giorni al massimo. La Provincia di Genova, su richiesta della Regione, ha concesso una breve dilazione – da oggi alle 24 di martedì 10 giugno – al provvedimento di chiusura della discarica di Scarpino

Sei giorni al massimo. La Provincia di Genova, su richiesta della Regione, ha concesso una breve dilazione – da oggi alle 24 di martedì 10 giugno –  al provvedimento di chiusura della discarica di Scarpino. La decisione è stata adottata questa mattina, quando i tecnici si sono riuniti con il commissario Piero Fossati per valutare la richiesta regionale, motivata dalla necessità di poter avere i tempi necessari per definire nuovi accordi con la Regione Piemonte che permettano di smaltire nei suoi siti i rifiuti dei Comuni del territorio provinciale, escluso il capoluogo, che conferivano alla discarica di Scarpino.

Scarpino, intanto, sarà utilizzabile sino a martedì prossimo anche dal Comune di Genova.

«Abbiamo analizzato ogni possibilità per decidere con coscienza, coraggio e massimo senso di responsabilità – dice Piero Fossati - cercando, nel pieno rispetto delle normative, di agevolare il difficile impegno della Regione per trovare una soluzione alternativa al conferimento dei rifiuti dei Comuni del nostro territorio. Il provvedimento emanato questa mattina avrà comunque scadenza brevissima e la sua validità sarà condizionata da una serie di rigorose prescrizioni che Amiu dovrà fornire ogni giorno alla Provincia per meglio monitorare le condizioni della discarica».

Intanto oggi a Scarpino inizieranno i primi rilievi anche gli esperti dell’istituto di ricerca per la protezione idrogeologica, centro di competenza della Protezione Civile Nazionale, che offriranno il loro supporto scientifico per valutare in collaborazione con i tecnici dei diversi enti le condizioni di stabilità della discarica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Subito dopo la scadenza della deroga provinciale è già stato fissato, per mercoledì 11 giugno, un incontro fra tutti gli enti e i soggetti impegnati a trovare soluzioni per  questa complessa e delicatissima situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus, lo studio del fisico: «A Genova morti 7-8 volte superiori ai dati ufficiali»

  • Invasione di formiche in casa: come combatterla con metodi naturali senza uscire di casa

  • Coronavirus: in Liguria 3.772 positivi e 595 morti. Scendono i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
GenovaToday è in caricamento