Parcheggio San Martino, flash mob della Lega Nord

Presidio-flash mob della Lega Nord per denunciare il cantiere infinito e dimenticato, che iniziò nel lontano 2007, dove vennero abbattuti alberi secolari per la realizzazione di 450 parcheggi al San Martino presso largo Rosanna Benzi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Domani, mercoledì 16 marzo, dalle ore 11 si terrà un presidio-flash mob della Lega Nord per denunciare il cantiere infinito e dimenticato, che iniziò nel lontano 2007, dove vennero abbattuti alberi secolari per la realizzazione di 450 parcheggi al San Martino presso largo Rosanna Benzi.

L'appuntamento di ritrovo sarà nello spazio antistante l'Ist sempre alle ore 11 alla presenza di vari esponenti del movimento del carroccio, fra i quali i responsabili organizzativi regionali Stefano Garassino e Davide Rossi capogruppo Municipale Centro Ovest, Bruno Ravera presidente Lega Nord, Cinzia Bruzzese responsabile del Levante del Movimento Giovani Padani e Federico Bertorello Segretario della Sezione locale.

Torna su
GenovaToday è in caricamento