rotate-mobile
Politica Sampierdarena

Sampierdarena, cittadini in coda per ribadire il 'no' ai depositi chimici: "Già raccolte 500 firme"

Il presidente del municipio Centro Ovest Colnaghi: "Risposta commovente, proseguiamo anche mercoledì tra le ore 11 e le 15.30, il sindaco Bucci non può ignorare queste persone"

Centinaia di residenti di Sampierdarena e San Teodoro si sono messi in coda nella prima delle due giornate di raccolta firme contro il progetto di spostamento dei depositi chimici Superba e Carmagnani nella zona portuale su ponte Somalia. L'iniziativa era stata lanciata dal presidente del Municipio Centro Ovest Michele Colnaghi chiamando a raccolta cittadini e comitati per ribadire il proprio 'no' dopo l'infuocata assemblea pubblica alla quale aveva partecipato anche il sindaco Bucci, contestato da comitati e cittadini del quartiere.

Gli organizzatori avevano fissato la raccolta firme fino alle ore 19:30 di martedì 14 dicembre al Centro Civico Buranello, ma hanno poi proseguito fino alle 21:15 per consentire a tutti i presenti di firmare alla presenza degli avvocati certificatori. Sono stati circa 500 i residenti di Sampierdarena che hanno firmato un documento redatto da legali e ingegneri ambientali che sarà presentato con le osservazioni del Municipio approvate dalla seconda commissione nel tentativo di fermare il progetto. 

"I tempi sono molto stretti - ha spiegato il presidente Colnaghi a Genova Today - perché le osservazioni andranno consegnate entro giovedì. Proseguiremo con la raccolta anche nella giornata di mercoledì 15 dicembre 2021 tra le ore 11 e le 15.30, sempre al centro civico Buranello, se avessimo avuto più tempo avremmo sicuramente presentato migliaia e migliaia di firme, ma purtroppo abbiamo avuto a disposizione solo questi due giorni. Ci tengo a sottolineare, anche per smentire alcune voci che mi sono giunte all'orecchio, che la nostra iniziativa è assolutamente gratuita e che tutte le persone che ci stanno lavorando lo stanno facendo 'pro bono' sacrificando tempo e giornate per raggiungere un risultato di comunità".

"Quello raggiunto in questa prima giornata - conclude Colnaghi - è un risultato davvero importante e mi ha commosso. C'è stata una grandissima partecipazione e molte persone dopo aver firmato si sono fermate per dare una mano nella raccolta dei documenti, anche due avvocati si sono presentati per coadiuvare i legali che si occupano della certificazione, come da norme di legge. Il sindaco Bucci non potrà ignorare questa grande mobilitazione dei residenti di Sampierdarena e San Teodoro, non potrà fare finta che questi cittadini non esistono". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierdarena, cittadini in coda per ribadire il 'no' ai depositi chimici: "Già raccolte 500 firme"

GenovaToday è in caricamento