menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega Nord, chiesto il rinvio a giudizio per Belsito e Bossi

La procura ha chiesto il processo per l'ex tesoriere e l'ex segretario della Lega, accusati di truffa ai danni dello Stato in ambito di rimborsi elettorali

La procura di Genova ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito e l’ex leader del Carroccio Umberto Bossi, che insieme con altri tre membri del partito dovranno rispondere dell’accusa di truffa aggravata.

Belsito e Bossi sono sospettati di aver utilizzato soldi pubblici a titolo personale, firmando rendiconti falsi e presentando in Parlamento richieste di rimborso elettorale per un totale di circa 40 milioni di euro. L’indagine si riferisce al biennio 2008-2009, e nel 2012 ha portato alle dimissioni dello stesso Bossi dal ruolo di segretario della Lega Nord.

Il filone d’inchiesta era arrivato sino a Genova sulle tracce di Belsito, allora tesoriere del partito, per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio anche per il reato di appropriazione indebita: per l’accusa si sarebbe appropriato di oltre 5.5 milioni di euro di soldi pubblici per fare investimenti all’estero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento