rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Lega Nord, chiesto il rinvio a giudizio per Belsito e Bossi

La procura ha chiesto il processo per l'ex tesoriere e l'ex segretario della Lega, accusati di truffa ai danni dello Stato in ambito di rimborsi elettorali

La procura di Genova ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito e l’ex leader del Carroccio Umberto Bossi, che insieme con altri tre membri del partito dovranno rispondere dell’accusa di truffa aggravata.

Belsito e Bossi sono sospettati di aver utilizzato soldi pubblici a titolo personale, firmando rendiconti falsi e presentando in Parlamento richieste di rimborso elettorale per un totale di circa 40 milioni di euro. L’indagine si riferisce al biennio 2008-2009, e nel 2012 ha portato alle dimissioni dello stesso Bossi dal ruolo di segretario della Lega Nord.

Il filone d’inchiesta era arrivato sino a Genova sulle tracce di Belsito, allora tesoriere del partito, per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio anche per il reato di appropriazione indebita: per l’accusa si sarebbe appropriato di oltre 5.5 milioni di euro di soldi pubblici per fare investimenti all’estero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Nord, chiesto il rinvio a giudizio per Belsito e Bossi

GenovaToday è in caricamento