menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fincantieri, Repetto: "Mozione di sfiducia nei confronti di Tremonti"

Il presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto ne ha per tutti dopo l'incontro di lunedì a Roma per Fincantieri: da Tremonti "chiederò una mozione di sfiducia all'opposizione" a Romani "un interlocutore non adeguato"

“Non so più che cosa dire: ogni volta che, faticosamente, gli enti locali raggiungono un accordo con un ministro del governo su dossier vitali per il territorio, da Fincantieri al trasporto pubblico locale ai fondi Fas, gli impegni dei membri dell’esecutivo svaniscono, si arenano, non vengono mantenuti."

Con queste parole dure il presidente della Provincia Alessandro Repetto punta il dito contro Tremonti latitante al momento della tanto attesa firma per il ribaltamento a mare di Fincantieri. "La causa è il ministro dell’economia, verso il quale si avverte chiaramente che i colleghi di governo hanno una sorta di timidezza, che impedisce loro di dare garanzie sugli accordi presi”.

Tremonti è un bravo professionista, di cui ho stima, ma quando si hanno responsabilità di governo su temi che hannoforti ricadute sociali, come Fincantieri, la bravura professionale non basta, occorrono anche qualità politiche. Il titolare dell’economia, alcontrario, si chiude in una torre d’avorio, un atteggiamento sbagliato. Per questo, chiederò all’opposizione in Parlamento di presentare una mozione di sfiducia nei confronti di Tremonti”.

"Ho sempre ritenuto il ministro Romani un interlocutore non adeguato e persino il ministro Matteoli, che presiede un ministero strategico, è costretto a incespicare nell’assunzione degli impegni: i fondi per il ribaltamento amare, che lui aveva garantito, fino ad oggi non ci sono ancora”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento