Renzi alla Festa dell'Unità: «Sconfitta storica, lavoriamo per mandarli a casa»

Il segretario del Partito Democratico ha analizzato il voto delle recenti elezioni amministrative dal palco del Mandraccio al Porto Antico

Ha parlato a Genova, dal palco del Mandraccio alla Festa dell'Unità il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi che ieri, martedì 5 settembre, ha analizzato anche i risultati delle recenti elezioni amministrative che hanno portato alla storica vittoria del centrodestra guidato dal nuovo sindaco Marco Bucci.

«Sconfitta storica, ma lavoriamo per mandarli a casa»

«A Genova abbiamo subito una sconfitta storica  - ha detto Renzi - come a Bologna nel 1999 o a Prato nel 2009, in particolar modo per la storia di questo territorio. Questa sconfitta, però, ci deve insegnare a ripartire e a lavorare per mandarli a casa. In questi cinque anni lavoreremo con uno spirito costruttivo sui progetti, molti dei quali tra l'altro abbiamo finanziato noi, per fare in modo che siano portati a termine, penso ai lavori sul Bisagno e a quelli del quarto lotto del terzo valico».

«Rispetto tra maggioranza e opposizioni, no ai "Vaffa day"»

Poi un apprezzamento al nuovo sindaco di Genova Marco Bucci, con stoccata al Movimento 5 Stelle: «Ho apprezzato molto l'invito fatto al sindaco Bucci di partecipare alla festa dell'Unità e che lui abbia accettato perché in un paese civile opposizione e maggioranza si devono rispettare e trattare in questo mondo, non facendo i "Vaffa day". Quindi il sondaco di Genova è il benvenuto a questa festa»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello all'unità

E infine un appello all'unità; «Sappiamo bene che le divisioni sono un errore per questo faccio un appello all'unità. Abbiamo una bela squadra, smettiamo di pensare solo alle divisioni. Da qui ai prossimi sei mesi il Pd si faccia carico di fare proposte per l'Italia e per gli italiani. Il tempo per litigare e discutere lo teniamo per l'analisi del voto; ora c'è da fare la campagna elettorale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento