Politica

Cinque anni di lavoro del Consiglio regionale

Una legislatura complessa e impegnativa. Le sedute sono state 242: approvati 215 leggi, 179 provvedimenti amministrativi, 737 ordini del giorno, 30 mozioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Una legislatura complessa, ma anche impegnativa per il Consiglio regionale: in cinque anni le sedute dell'Assemblea legislativa sono state ben 242, durante le quali sono stati approvati 215 leggi, 179 provvedimenti amministrativi, 737 ordini del giorno, 30 mozioni. Gli assessori hanno risposto a 2.161, fra interpellanze e interrogazioni, presentate in aula dai consiglieri che hanno affrontato le maggiori problematiche della Liguria offrendo spesso spunti utili per una loro soluzione. Dietro ogni legge e ogni provvedimento approvato c'è stato un lavoro, talvolta lungo, di preventiva elaborazione e di approfondimento nelle commissioni, che hanno tenuto complessivamente 864 sedute.

Folta la produzione normativa di carattere istituzionale, conseguente anche alla necessità di adeguarsi alla legislazione nazionale, di contenere le spese, di riordinare le istituzioni locali. Dopo la soppressione delle Comunità montane, l'Assemblea ha affrontato l'accorpamento delle Province, la creazione della città metropolitana di Genova, la riduzione del numero dei consiglieri e degli assessori, la soppressione di alcuni organismi regionali.

Nel campo dei trasporti significativa è la creazione del bacino unico regionale, nell'agricoltura la creazione della banca regionale della terra per il recupero delle aree incolte. Al centro di buona parte dell'azione regionale non poteva che esserci la sanità che tanto grava sulle finanze pubbliche: l'azione è stata indirizzata alla riduzione delle spese e al riordino del sistema, per esempio con la trasformazione dell'azienda ospedaliera-universitaria San Martino e dell'Istituto per lo studio e la cura dei tumori in Liguria (Ist) in un'unica struttura regionale.

Sul fronte ambientale da ricordare il piano dei rifiuti e il testo unico della normativa in materia di paesaggio. Il Consiglio si è impegnato attivamente nella lotta alla crisi economica approvando le leggi sullo sportello unico per le imprese, il testo unico sulla disciplina dell'attività estrattiva e gli interventi per la promozione e lo sviluppo della cooperazione.

La Regione, inoltre, ha guardato con attenzione anche alle opportunità garantite dall'informatica con interventi a sostegno della scuola digitale e della diffusione del libro elettronico. La realizzazione delle grandi opere, infine, è stata agevolata con un'apposita legge.

Fra le centinaia di provvedimenti approvati, il lettore più curioso potrà trovare nell'elenco allegato i più rilevanti suddivisi per aree tematiche con una breve illustrazione.

relazione_finale_nona_legislatura

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque anni di lavoro del Consiglio regionale

GenovaToday è in caricamento