Politica

Regionali 2015, Morgillo dice addio a Forza Italia e fonda Liguria Libera

L'attuale vicepresidente del consiglio Regionale ha presentato una nuova lista che lo vede scendere in campo al fianco di Enrico Musso e Lorenzo Pellerano: «Siamo l'alternativa alla Paita e al Pd»

In Liguria il terremoto politico iniziato con la spaccatura nel Pd non accenna a placarsi, e incomincia ad avere conseguenze anche nel centrodestra, dove Luigi Morgillo, attuale vicepresidente del consiglio Regionale, ha annunciato l’intenzione di lasciare Forza Italia per fondare Liguria Libera, una nuova lista civica con cui presentarsi alle prossime elezioni regionali di maggio.

«La tessera (di Forza Italia, ndr) scade a gennaio e non la rinnovo», ha detto Morgillo, che ha dichiarato di non volersi ricandidare dopo il terzo mandato. Al suo fianco ci sono anche Lorenzo Pellerano, altro consigliere di centrodestra della Lista Biasotti, ed Enrico Musso, ex candidato sindaco a Genova e senatore del Pdl: «Stiamo nel campo alternativo alla candidata del Pd, Raffaella Paita. Vogliamo partecipare a una coalizione vincente con un candidato unitario», un obiettivo da raggiungere nonostante le direzioni diverse prese dal centrodestra, con la Lega Nord che al momento vede scendere in campo Edoardo Rixi e Forza Italia che ha schierato Federico Garaventa: «Sono entrambi validi candidati, ma anche noi possiamo proporne uno».

«Liguria Libera non è un contenitore di centrodestra, ma va oltre, per contrastare la Paita”, ha detto Pellerano, che ha spiegato che «la Regione ha fallito su temi strategici come i rifiuti e la sanità. Un candidato forte e nuovo può vincere, se siamo uniti», mentre Morgillo ha rincarato la dose: «Liguria Libera non è un partito. Ci presenteremo in tutte e quattro le circoscrizioni con un movimento che vuole andare oltre il centrodestra. Tra gli elettori sono saltati gli schemi destra - sinistra. L’importante adesso è una proposta credibile».  Alla presentazione della nuova lista erano presenti anche il costruttore genovese Davide Viziano e Felice Ravalli, coordinatore di un comitato anti-moschea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali 2015, Morgillo dice addio a Forza Italia e fonda Liguria Libera

GenovaToday è in caricamento