Politica

Sansa: «Primocanale, 21mila euro anche dal porto di Signorini»

«Non basta la Regione di Toti che ogni anno garantisce a Primocanale entrate per centinaia di migliaia di euro pubblici». Ferruccio Sansa torna all'attacco dopo l'interrogazione presentata in consiglio regionale

Dopo l'interrogazione presentata la scorsa settimana in consiglio regionale, Ferruccio Sansa torna all'attacco sui finanziamenti all'emittente televisiva Primocanale. L'assessore alla Cultura e Spettacolo Ilaria Cavo aveva risposto che «queste informazioni sono pubbliche e sono riportate sul sito di Regione Liguria».

«Non basta la Regione di Toti che ogni anno garantisce a Primocanale entrate per centinaia di migliaia di euro pubblici - accusa Sansa -. Non basta che per eventi come Orientamenti la televisione cara al Governatore abbia ottenuto altri 40mila euro. Ora si scopre che lo scorso 30 novembre il Porto di Genova ha deciso di stipulare un contratto per tre eventi informativi virtuali. Spesa: 21mila euro più Iva. Totale 25.620 euro. Oltre 8mila euro per ogni serata. Non proprio regalati».

«Gli eventi - prosegue il consigliere regionale di opposizione -, è scritto nella delibera, saranno 'ripresi e diffusi su Primocanale, Telecittà e sul sito Primocanale.it'. Chi sono le parti in causa? A pagare è il Porto guidato da Paolo Emilio Signorini, vicinissimo a Toti e ospite frequente di Primocanale. Destinataria della somma è la società Terrazza Colombo che fa capo a Maurizio Rossi, patron di Primocanale».

«Ma quanti soldi pubblici riceve complessivamente Primocanale? L'assessore Ilaria Cavo, ex giornalista di Primocanale, non ha voluto dircelo. Ma noi non ci arrendiamo», conclude Sansa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansa: «Primocanale, 21mila euro anche dal porto di Signorini»

GenovaToday è in caricamento