Spiagge, rivi, scuole e impianti sportivi: i piani di Tursi per il Ponente

Investimenti da 47 milioni di euro per numerosi interventi tra Pra', Voltri, Pegli e Multedo: ecco il dettaglio

Interventi di manutenzione e riqualificazione da 47 milioni di euro nel ponente genovese: li hanno annunciati il sindaco Marco Bucci e gli assessori Pietro Piciocchi e Paola Bordilli, insieme con il consigliere alla Partecipazione dei cittadini alle scelte dell'amministrazione, Mario Baroni, venerdì sera nel corso di un’assemblea pubblica che si è tenuta all'Auditorium della scuola musicale "Giuseppe Conte" di Pegli.

Alcuni lavori sono in fase attuativa, altri programmati, mentre per altri ancora si è in fase di avviamento delle gare di appalto; inoltre, alcuni interventi sono già conclusi: a Pra' i lavori di rifacimento della copertura della piscina, in via Multedo l'abbattimento delle barriere architettoniche sul marciapiede.

A Voltri sono in programma interventi sulle scogliere e sulle spiaggia di Vesima e di Voltri stessa, con ripascimenti e rimozione di manufatt e ripristino della passeggiata gravemente danneggiata dalla mareggiata dell’ottobre 2018. Un investimento importante è previsto anche per la piscina “Nicola Mameli": i lavori consentiranno l'omologazione Coni dell'impianto per ospitare gare di pallanuoto e gare di nuoto sui 25 metri; il progetto esecutivo è in fase di completamento. Saranno avviati nei prossimi giorni, invece, i lavori di consolidamento del cavalcavia delle Fabbriche e quelli di manutenzione a Villa Duchessa di Galliera.

A Pra’, hanno annunciato in assemblea,  è in fase di avvio la gara di appalto che porterà alla riqualificazione dell'ex stazione ferroviaria: i lavori termineranno a ottobre 2020, mentre a novembre partiranno i lavori per la costruzione della nuova sede della cooperative pescatori sulla sponda sinistra del rio San Michele. Appena iniziato anche l'intervento per il rifacimento della copertura di Villa Grimaldi D'Oria d'Angrì, in piazza Bignami.

Per quanto riguarda invece Pegli, è prevista la riqualificazione di piazza Bonavino  con inizio lavori 1 giugno 2020), oltre che il completamento e risanamento conservativo della passeggiata, i cui lavori saranno ultimati alla fine del mese di maggio. In programma anche i lavori di rifacimento del ponte di via Martiri della Libertà, in prossimità della stazione, e la riqualificazione di ponte Nicolaj.

Il muro d'argine di via Carpenara verrà messo in sicurezza, mentre a settembre partirà il secondo lotto dell'adeguamento idraulico a San Carlo di Cese; sempre a Pegli, a marzo partiranno i lavori di restauro delle grotte e della "Serra del Trenino" dell'orto botanico di Villa Durazzo Pallavicini.

A Multedo, nel mese di maggio, inizieranno i lavori di realizzazione del nuovo impianto polisportivo Nico Sapio; altra opera importante è l'intervento nel sottopasso di via Pacoret, a continuo rischio allagamenti, con i lavori che inizieranno ad aprile. 

Il resto dei fondi sarà impiegato nel programma di recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e scolastica concentrandosi su quartieri San Pietro, Borghetto e Voltri 2, e nell’edilizia scolastica, con 13 istituti coinvolti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Anche per il Ponente  - ha detto l’assessore Pietro Piciocchi – stiamo procedendo con un piano che ci permetta di intervenire più sulla programmazione che sull’urgenza, con un lavoro ad ampio raggio che affianchi opere strategiche a piccoli, ma importanti interventi di prevenzione, soprattutto a salvaguardia di un territorio con molte debolezze. Vorrei sottolineare l’impegno che stiamo dedicando per la riqualificazione degli impianti sportivi e di altre aree importanti per la loro valenza di spazi di aggregazione. È, questa, un’azione su cui puntiamo fermamente perché crediamo che la rivitalizzazione del Ponente, con le specificità di ogni suo quartiere, passi attraverso la valorizzazione della sua identità economica e culturale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento