menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il governo blocca il Piano Casa della Regione, Toti furioso: «Lasciateci lavorare»

A due mesi dall'approvazione, il consiglio dei Ministri ha impugnato le modifiche disposte dalla giunta regionale citando la violazione della competenza esclusiva statale in materia di ambiente e tutela del paesaggio

A 2 mesi dall’approvazione in consiglio Regionale del tanto contestato Piano Casa firmato dalla giunta Toti, dal governo arriva lo stop: nel consiglio dei ministri odierno il provvedimento è stato ufficialmente impugnato citando la violazione dell’articolo 117 della Costituzione e il mancato rispetto della «competenza legislativa esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente e di tutela del paesaggio».

Come si legge sul sito governo.it, sulla legge regionale del 22 dicembre 2015 intitolata “Modifiche alla legge regionale 3 novembre 2009, n. 49” si è deliberata l’impugnativa perché «alcune disposizioni, consentendo interventi edilizi in aree tutelate senza prevedere il necessario rispetto delle procedure previste dalla legge statale e dall’ordinamento comunitario, violano la competenza legislativa esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente e di tutela del paesaggio di cui all’articolo 117 (primo e secondo comma, lettera S) della Costituzione». 

Stando a quanto si legge nella nota diffusa da Palazzo Chigi ci sarebbero inoltre «altre disposizioni, riguardanti l’approvazione di varianti da parte della Regione senza le prescritte autorizzazioni paesaggistiche, che violano l’art. 117, (secondo comma, lettera s), della Costituzione, che riserva allo Stato la potestà legislativa in materia di tutela del paesaggio». La legge regionale ligure, particolarmente criticata perché consentirebbe di ristrutturare e cambiare le destinazioni d'uso degli immobili presenti in parchi e aree protette, è stata l’unica in una tornata di 19 a venire impugnata.

Immediata la reazione del governatore della Liguria, Giovanni Toti, che fa Facebook si è sfogato sottolineando che «il governo impugna una parte del Piano casa. Proprio non sanno rinunciare a freni e burocrazia. Per questo l'Italia non riparte. Fateci lavorare almeno in Liguria. E rimediare ai vostri danni», mentre l’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola, ha fatto sapere che «l’impianto resta valido, anche se il governo impugnando il Piano casa continua a bloccare lo sviluppo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento