rotate-mobile
Politica

Estendere i parcheggi a pagamento per favorire la rotazione: ok dal consiglio comunale

Il provvedimento per favorire il piccolo commercio ed eliminare il fenomeno delle "carcasse" di auto abbandonate nei posti liberi

La giunta valuterà l'estensione delle blu area e l'adeguamento delle isole azzurre in modo da favorire la rotazione delle auto in sosta e i piccoli commercianti. Sarà anche un modo per estendere sul territorio comunale una più fitta rete di controllo per rimuovere le auto abbandonate e lasciate in sosta in aree oggi non regolamentate, specialmente in orari di punta dei giorni feriali.

È questa la filosofia della mozione presentata da Federico Barbieri (Genova Domani) e approvata dal consiglio comunale martedì 28 maggio. "La maggior parte dei centri municipali - scrive il consigliere - soffre di un'oggettiva penuria di parcheggi". Allo stesso tempo, secondo Barbieri, "i centri storici della città offrono ancora oggi una ricca vitalità specialmente grazie ad attività di carattere commerciale e di ristoro" ed è "opportuno, soprattutto nei quartieri più periferici, dare supporto al piccolo commercio di vicinato mettendo a disposizione aree di parcheggio veloce". Per questo la richiesta di mettere mano ad aree blu e isole azzurre, con il proposito di favorire i commercianti e limitare la presenza delle "carcasse" di auto abbandonate nei parcheggi liberi.

Le richieste dei consiglieri: estendere le blu area a levante, realizzare parcheggi di interscambio gratuiti

Sono stati presentati cinque ordini del giorno: il primo presentato da Nicholas Gandolfo (Liguria al Centro) impegna sindaco e giunta ad approntare in tempi celeri un progetto di estensione della blu area/isola azzurra nel Municipio Levante e nello specifico nei quartieri di Sturla e Quarto.

Tre ordini del giorno sono del Pd, per prevedere la realizzazione degli annunciati parcheggi di interscambio gratuiti, per elaborare un Piano del Commercio affinché sia garantito equilibrio fra grande distribuzione e piccolo commercio, e per verificare, attraverso assemblee pubbliche, la domanda di sosta nei diversi quartieri di Genova. Infine il quinto arriva dal consigliere della Lega Fabio Ariotti che impegna a prevedere un adeguato numero di parcheggi carico/scarico in base alle necessità della zona.

L’assessore alla mobilità Matteo Campora ha dato a nome della Giunta parere favorevole alla mozione e a tutti gli ordini del giorno tranne il quarto che è stato giudicato inammissibile dalla segreteria generale.

Successivamente il consigliere dem Simone D’Angelo ha proposto una sospensiva al fine di rinviare la mozione per meglio approfondirne i passaggi (proposta respinta con 24 voti contrari della maggioranza e del consigliere Crucioli di Uniti per la Costituzione).

Ok alla mozione con i voti della maggioranza

Gli ordini del giorno con parere favorevole della giunta sono stati approvati con 22 voti della maggioranza, un voto contrario di Uniti per la Costituzione e quattro presenti non votanti: i consiglieri Bonicioli e Patrone del Pd, il consigliere Bruzzone della lista Rossoverde e la consigliera Lodi del gruppo Misto. Il resto dell’opposizione ha abbandonato l’aula al momento della votazione.

Infine la mozione è stata approvata con 23 voti della maggioranza, un voto contrario (Uniti per la Costituzione), un astenuto (Lista RossoVerde) e 5 presenti non votanti (Pd).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estendere i parcheggi a pagamento per favorire la rotazione: ok dal consiglio comunale

GenovaToday è in caricamento