Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica Cornigliano / Via Lodovico Antonio Muratori, 5

Palabombrini a Cornigliano: per la Giunta "ipotesi interessante", per il Pd: "serve un percorso condiviso"

Il progetto del nuovo palazzetto dello sport che potrebbe nascere alle spalle di Villa Bombrini è approdato in consiglio comunale. L'assesore Piciocchi ha risposto alle domande del consigliere Terrile

Il progetto del nuovo 'Palabombrini', palazzetto dello sport che potrebbe nascere alle spalle di Villa Bombrini, dopo aver creato discussione nel quartiere di Cornigliano e in città è approdato anche in consiglio comunale con l'interrogazione presentata da Allessandro Terrile (Pd) alla quale ha riposto l'assessore Pietro Piciocchi.

Alessandro Terrile del Partito Democratico ha chiesto alla giunta di conoscere il percorso partecipativo che è stato condotto con il Municipio e il territorio in merito al progetto e chiarimenti sui costi di realizzazione: "Ci chiediamo quale percorso condiviso e partecipato ci sia stato nel quartiere - ha esordito il consigliere in aula - perché stiamo parlando del cuore di quell'area che dovrebbe essere restituita ai cittadini corniglianesi come ristoro e risarcimento per gli effetti delle acciaierie. Questa amministrazione ha prima pensato di metterci il luna park, poi i tir, oggi ci presenta un progetto di un grande e voluminoso centro sportivo. Mi chiedo se i costi di realizzazione previsti siano a carico del comune o di privati e, nel secondo caso, quali siano le garanzie ottenute dall'amministrazione perché questo impianto sportivo abbia finalità sociali e sia accessibile e non semplicemente una palestra o un campo sportivo per gli associati. Purtroppo nella nostra città sono tante le aree inutilizzate quindi mi chiedo: proprio dove si doveva costruire un parco era necessario pensare a un capannone e a un centro sportivo che urbanizza la zona? Chiediamo che a breve venga fatta una commissione per conoscere meglio il progetto e approfondire la questione".

L'assessore Pietro Piciocchi ha replicato: "La giunta ha adottato una delibera di indirizzo con la quale ha preso atto della presentazione di una ipotesi progettuale, che riteniamo interessante, per la realizzazione di un centro sportivo di alto livello a disposizione del ponente genovese. Questo ci è sembrato un buon modo per superare le criticità e le sofferenze che hanno colpito quella parte di territorio. Le aree sono della società per Cornigliano che ha destinato dei fondi alla realizzazione futura di questo progetto: ora è ancora prematuro parlare. Con questa delibera gli uffici potranno fare tutti gli approfondimenti del caso. Sulla partecipazione proprio oggi sui quotidiani locali è stato riportato che il presidente del Municipio VII Ponente ha dichiarato di essere stato coinvolto in tutte le interlocuzioni che ci sono state con la Società per Cornigliano e ha veicolato anche alcune istanze provenienti dal territorio. Quindi, la partecipazione c'è stata e proseguirà di pari passo con la progressione del progetto, così come abbiamo fatto per il Palasport. Sia con le associazioni che con le realtà sportive, bisogna partire e credo che quell'area attenda risposte da tempo e che oggi la giunta abbia voluto dare una risposta, si può procedere con una commissione".

La risposto non ha soddisfatto Terrile che, nella replica, ha aggiunto: "Io credo che sarebbe molto utile che della questione se ne occupasse una commissione. Nessuno di noi, nemmeno la giunta, è titolare del diritto di prendere decisioni su Cornigliano per tutto il vissuto di quell'area. Per questo credo sia importante un percorso condiviso. Ci sono tante perplessità da considerare su questo progetto, oltre al tema paesaggistico. Mi auguro che nel più breve tempo possibile possa esserci un confronto pubblico con cittadini e Municipio per approfondire la questione.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palabombrini a Cornigliano: per la Giunta "ipotesi interessante", per il Pd: "serve un percorso condiviso"

GenovaToday è in caricamento