Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Ordinanza anti smog, il consiglio comunale si schiera coi Vespisti

«Non escludo, visto il forte impatto dell'ordinanza su un gran numero dei nostri concittadini una proroga dei termini di entrata in vigore dello stesso». Così l'assessore Porcile

Si è conclusa con un rinvio al 20 gennaio alle 9.30 l'odierna commissione consiliare Territorio riunita per discutere l'ordinanza antismog emessa dal Comune di Genova nelle scorse settimane. Nel frattempo verrà comunicato al sindaco che la maggioranza dei gruppi consiliari chiede un ritiro o uno slittamento dei termini del provvedimento.

L'ordinanza stabilisce, dal primo febbraio 2016, da lunedì a venerdì e dalle ore 7 alle ore 19, il divieto di transito in centro città (zona benzene) alle moto e alle auto euro zero, cioè circa 20mila veicoli a due ruote e circa 25mila autovetture.

Tra le proteste di una cinquantina di centauri genovesi presenti in tribuna, gli assessori Anna Dagnino e Italo Porcile, rispettivamente alla mobilità e all'ambiente, hanno confermato la validità del provvedimento.
  
«Il livello degli inquinanti atmosferici - afferma l'assessore Dagnino - è preoccupante. Dopo anni di qualità dell’aria accettabile, lo scorso anno sono salite le percentuali di ossidi di azoto e il PM10, su cui il traffico cittadino ha rispettivamente un'incidenza del 50% e del 25%».

I difensori delle due ruote lamentano in primo luogo la tempistica del provvedimento che, in soli 31 giorni chiede a 20mila genovesi di rottamare il proprio veicolo, ormai privo di valore. Un "grido di dolore" che la Giunta intende prendere in seria considerazione.

«Non escludo, visto il forte impatto dell'ordinanza su un gran numero dei nostri concittadini - precisa Porcile - una proroga dei termini di entrata in vigore dello stesso. Stiamo chiedendo uno sforzo ai cittadini, per migliorare la qualità dell'aria che respiriamo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza anti smog, il consiglio comunale si schiera coi Vespisti

GenovaToday è in caricamento