Politica

Municipio Medio Levante, la minoranza presenta mozione di sfiducia del presidente Vesco

Firmata da tutti i gruppi di minoranza, la mozione verrà discussa nella seduta di martedì 25 maggio

Francesco Vesco - foto Facebook

Scatta la “rivolta” nel Municipio Medio Levante, che dal 2017 fa capo a Francesco Vesco: i gruppi di minoranza hanno deciso di firmare e presentare una mozione di sfiducia per rimuovere Vesco dall’incarico, documento che verrà discusso nella seduta online del consiglio del 25 maggio.

A firmare la mozione sono i consiglieri di Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Noi con Morgante, A Sinistra, Chiamami Genova e Italia Viva: «A quasi quattro anni dall'insediamento del nuovo Consiglio Municipale e con la nomina di Francesco Vesco, la gestione dell'istituzione municipale ma anche la visione politica del territorio è sempre stata balbettante, confusa, opaca - spiegano - Con recenti mancanze, che hanno mortificato tutta l'istituzione del Consiglio Municipale, l'intera minoranza politica all'interno del Consiglio di Municipio ritiene non sia più possibile restare spettatori ma dare il segnale politico più forte con la presentazione della mozione di sfiducia».

Tra le questioni che gli vengono contestate c’è la gestione di corso Italia e del caso piste ciclabili, e ancora «il disinteresse per il quartiere di San Martino», «la scarsa attenzione ai valori laici e repubblicani derivanti dalla Resistenza», definita dalla consigliera del Pd Elena Putti «motivo di imbarazzo per sé e per il territorio che rappresenta», e ancora le decisione di tenere diverse deleghe per sé, e ancora «Ooacità nell'azione amministrativa, gravi episodi di assenza di terzietà, mancato rispetto del ruolo della minoranza, sono caratteristiche che rendono Francesco Vesco inadatto al ruolo ricoperto», come ha sottolineato Gian Carlo Moreschi, appartenente del Gruppo Misto ma espressione di Italia Viva.

Vesco, sostenuto dal centrodestra, era stato eletto nella tornata elettorale del 2017, la stessa in cui era stato eletto anche il sindaco Marco Bucci. Durante la “bagarre” sulla riforma dei Municipi, aveva sostenuto pubblicamente la linea del sindaco sottolineando che i “parlamentini” «da anni non funzionano come dovrebbero. Ben venga la proposta del sindaco Bucci che certamente andrà nella direzione di migliorare i servizi ai cittadini nell'ambito territoriale valutando le competenze e le funzioni per raggiungere l'obiettivo prefissato».

L'ultima mozione di sfiducia in territorio genovese era stata presentata a settembre 2020 nei confronti di Renato Falcidia, presidente del Municipio Centro Ovest: nell'ottobre del 2020 era stata votata e approvata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio Medio Levante, la minoranza presenta mozione di sfiducia del presidente Vesco

GenovaToday è in caricamento