Municipio Centro Ovest a rischio commissariamento. M5S: «No ad alleanze»

La situazione nel "parlamentino" riflette quella nazionale: la coalizione di centrodestra ha il diritto di nominare il suo candidato, che non ha però i numeri per garantire la maggioranza

Sono andati a votare convinti di sbloccare una situazione che si trascina ormai da quasi un anno, ma potrebbero ritrovarsi nuovamente da capo: la situazione dei residenti del Municipio Centro Ovest, che comprende Sampierdarena e San Teodoro, ricorda in piccolo quello che sta accadendo in tutta Italia. E cioè un’elezione che ha completamente modificato lo status quo, ma che rischia di finire in un nulla di fatto per l’assenza di accordi ed equilibri.

Battaglia Movimento 5 Stelle - centrodestra

Lo scorso 4 marzo, infatti, anche i residenti del Municipio Centro Ovest sono andati a votare per eleggere il nuovo presidente del Municipio e il nuovo consiglio. A ottenere più voti è stato il Movimento 5 Stelle con il suo candidato, Michele Colnaghi, ma a dominare è stata la coalizione del centrodestra, che (almeno sulla carta) ha potuto dunque nominare il suo candidato: Renato Falcidia, leghista e da settembre 2017 commissario del Centro Ovest, nominato dal sindaco Marco Bucci dopo la debacle del Pd alle elezioni comunali e l’impossibilità di trovare un accordo.

La situazione nel “parlamentino”, però, rischia di rimanere la stessa anche se con protagonisti diversi. Falcidia, pur sostenuto dalla coalizione di centrodestra, non ha i numeri per governare: il presidente viene eletto dal consiglio municipale, e se Movimento 5 Stelle e Pd voteranno contro, si rischia di dover nuovamente ricorrere a un commissario sino alla prossima tornata di elezioni (le Europee, nello specifico). 

M5s: «Al centrodestra mancano i numeri»

Nel quartiere dunque si dibatte, ora più che mai, per cercare di trovare una soluzione che non ricada sulle spalle dei cittadini. E le consultazioni sono sempre più serrate soprattutto tra le file del Movimento 5 Stelle, che oltre ad avere ottenuto il maggior numero di voti come singolo partito, conta anche sul consigliere che ha ottenuto più voti in assoluto ed è dunque consigliere anziano, e cioè il 22enne Fabio Alfarone: «La situazione è nuovamente di ingovernabilità - sottolinea Colnaghi - Per mesi abbiamo chiesto che fosse modificato il regolamento elettorale per le municipali, ma nulla è successo. Stando così le cose, il centrodestra non ha i numeri per nominare il presidente e governare il Municipio».

Colnaghi: «Niente alleanze, ma ferma e seria opposizione»

Ancora una situazione di stallo, dunque, in cui si attende l’invio delle lettere per la convocazione del primo consiglio: «Il Movimento 5 Stelle non stringe alleanze, come è noto - sottolinea ancora Colanghi - Se il candidato del centrodestra riuscirà a formare una maggioranza, noi terremo fede a quanto promesso in campagna elettorale, ricoprendo il ruolo di opposizione ferma, ma costruttiva. Non voteremo mai contro una proposta di buon senso, da qualsiasi schieramento provenga».

E però, se Falcidia non dovesse ottenere la nomina, il rischio commissariamento diventerebbe certezza: «Nel caso chiederemo un nuovo commissario di natura tecnica, che possa vigilare sui tanti lavori infrastrutturali previsti nel Centro Ovest», conclude Colnaghi. Non resta dunque che attendere il primo consiglio municipale per capire se il centrodestra riuscirà a stringere le alleanze necessarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento