rotate-mobile
Politica

Martedì in consiglio regionale la mozione di sfiducia a Toti

Presentata dalla minoranza, la maggioranza ha fatto sapere di voler andare avanti compatta: i lavori inizieranno alle ore 10

Martedì 4 giugno 2024 si riunisce il consiglio regionale della Liguria, durante il quale sarà discussa la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Giovanni Toti, agli arresti  domiciliari nell'ambito della maxi inchiesta sulla corruzione. Il documento è stato presentato dalle forze di opposizione e aveva creato polemiche in occasione della seduta del consiglio del 28 maggio.

I lavori inizieranno alle ore 10 e proseguiranno fino alle ore 13, poi dopo un'ora di pausa riprenderanno alle ore 14 e andranno avanti a oltranza. 

Con l'autorizzazione della procura Toti ha incontrato, sabato scorso, l'assessore Giacomo Giampedrone, e ha consegnato una lettera che sarà letta in consiglio regionale. Nelle tre pagine scritte, secondo quanto anticipato, il presidente della Regione chiede di andare avanti e respinge le ipotesi di dimissioni rivendicando il lavoro portato avanti in questi anni, la mozione di fiducia della minoranza sarà quindi respinta.  Anche il presidente ad interim Alessandro Piana ha fatto sapere che la giunta è pronta "a portare avanti il grande lavoro del centro destra di questi anni" e il confronto tra Toti e Giampedrone: "conferma quale sia la volontà di tutti noi: continuare a realizzare quel programma per cui i cittadini ci hanno scelto".

Continua a leggere le notizie di GenovaToday, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale WhatsApp

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martedì in consiglio regionale la mozione di sfiducia a Toti

GenovaToday è in caricamento