menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti, Genova pronta a uscire dal sistema di protezione Sprar

Una delle prime mosse della nuova amministrazione sarà quella di uscire dal Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati. Il Comune di Chiavari, con il nuovo sindaco Di Capua, non seguirà le orme di quello di Genova

Ieri presso la basilica della Nunziata si è tenuta una veglia per ricordare i migranti, morti nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. Nel frattempo il Comune di Genova si avvia a uscire dal Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (Sprar). Di diverso avviso il nuovo sindaco di Chiavari, Marco Di Capua.

Come anticipato in campagna elettorale, la Lega Nord intende anche sanzionare chi viene sorpreso a chiedere l'elemosina. L'uscita del Comune dallo Sprar avrà conseguenze anche sui minori richiedenti asilo. Lo Sprar è costituito dalla rete degli enti locali che accedono ai finanziamenti del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo.

«Il rischio per il sindaco Marco Di Capua - spiega il consigliere regionale del Carroccio Alessandro Puggioni - é quello di ritrovarsi più presunti profughi sotto casa, inclusa una quota proveniente da Genova. È chiaro che se il capoluogo ligure chiude al business immigrati o comunque stringe le maglie su una situazione diventata ormai intollerabile per il comune buon senso della cittadinanza, Chiavari e gli altri Comuni del Tigullio che hanno accettato lo Sprar probabilmente subiranno delle conseguenze».

Le intenzioni della maggioranza hanno subito suscitato reazioni, soprattutto perché lo Sprar permette di sapere i numeri dei migranti, presenti sul territorio. Uscendo dal sistema di rischia di non avere più una stima attendibile dei richiedenti asilo, presenti sul territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento