menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, danni per 4 milioni di euro: la Regione chiede lo stato di emergenza

L'assessore Giampedrone: «Per supportare così al meglio sia i sindaci sia i soggetti privati nell'opera di ripristino delle normali condizioni»

I danni causati del maltempo che si è abbattuto sulla Liguria lo scorso 14 ottobre sono stati quantificati in circa 4 milioni di euro e la Regione Liguria ha chiesto al Governo lo stato di emergenza attraverso il dipartimento nazionale della protezione civile. 

La richiesta è stata firmata dal presidente della Regione Giovanni Toti su indicazione dell’assessore regionale alla protezione civile, Giacomo Giampedrone, a seguito del censimento effettuato dai tecnici. 

Sono complessivamente quindici i comuni del Tigullio che sono stati interessati dall’ultima ondata di maltempo che ha provocato danni soprattutto a viabilità e linee elettriche: Avegno, Bargagli, Bogliasco, Camogli, Chiavari, Genova, Lumarzo, Pieve Ligure, Portofino, Rapallo, Recco, Sori, Uscio, Zoagli.

L'assessore Giampedrone ha spiegato: «I danni quantificati sono nell’ordine dei 4 milioni di euro. Quindi, anche sulla base delle richieste presentate dai comuni, abbiamo ravvisato l’esigenza di rivolgerci al Governo per ottenere lo stato di emergenza e supportare così al meglio sia i sindaci sia i soggetti privati nell’opera di ripristino delle normali condizioni. L’auspicio è che il Governo riconosca al più presto le esigenze del nostro territorio, attraverso un’adeguata corresponsione di risorse per poter dar corso, attraverso le somme urgenze, al recupero dei danni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento