rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Pd e M5s all'attacco: "Brindisi e applausi mentre Genova si allaga". Toti: "Non accetto lezioni"

Polemiche tra maggioranza e opposizione per l'inaugurazione del point elettorale della lista del presidente della Regione durante l'allerta

Partito Democratico e Movimento 5 Stelle hanno attaccato le giunte Toti e Bucci dopo il nubifragio che si è abbattuto sulla città di Genova tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio del 13 novembre causando diversi allagamenti e smottamenti in molte parti della città. Molto colpita la Valpolcevera, ma non sono mancati problemi in gran parte dei quartieri cittadini, dalla Valbisagno al centro e a Sampierdarena. Al centro della querelle la contemporanea inaugurazione del point elettorale della lista Toti.

Maltempo e temporali: Genova e levante ancora in allerta gialla

Ricordiamo che l'allerta gialla per il centro-levante della Liguria (da Spotorno fino fino al confine con la Toscana, comprese Val Fontanabuona e Valle Sturla oltre ovviamente a tutta la città di Genova) è stata prorogata fino alle ore 18 di oggi, domenica 14 novembre.

Il Pd: "Brindisi e applausi, mentre Genova è di nuovo allagata"

Ad accendere le polemiche il Partito Democratico: "Ogni anno è sempre peggio: alle prime piogge, Genova è sott'acqua - si legge in una nota - con allagamenti, frane, smottamenti, fango, tombini asfaltati e occlusi e attività sommerse. Per la Giunta Bucci e l'amministrazione comunale e regionale, la sicurezza del territorio evidentemente non fa notizia e non è un comparto su cui è importante investire, al contrario dei red carpet, delle inaugurazioni targate Esselunga, della magnifica iniziativa di Genova Jeans (costata 1 milione di euro di soldi pubblici), del taglio del nastro della ruota panoramica ai Giardini di Brignole, o ancora della festa e dei sorrisi di oggi per l'apertura del point del partito di Giovanni Toti. Focaccia, brindisi, applausi, mentre Genova è di nuovo allagata".

Il M5s: "Abbiamo atteso invano Toti e Bucci sul maltempo"

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il Movimento 5 Stelle, che scrive in un comunicato: "Abbiamo atteso invano che il presidente di Regione Liguria e il sindaco di Genova si pronunciassero in merito al maltempo che si abbattuto oggi sulla nostra città. Abbiamo atteso a lungo ma invano, perchè erano troppo impegnati a farsi i complimenti reciproci al point elettorale di nuova inaugurazione".

"Qualcuno informi allora chi governa la città e la regione - proseguono i pentastellati - che in Valpolcevera e in Valbisagno si sono riversate piogge torrenziali causando allagamenti importanti. Che nel sottopasso di via Milano i vigili del fuoco hanno tratto in salvo tre persone rimaste intrappolate nella loro macchina. Che in via Molinetto un uomo è stato salvato dopo l’uscita dagli argini del Rio Molinetto. Che due frane insistono a Sant’Eusebio, sulle alture della nostra città, dove un muraglione è franato a pochi metri da un autobus. E che sull’A12 ci sono stati straripamenti nel tratto compreso tra Genova Est e Genova Nervi".

Galleria Mazzini allagata, il Pd attacca Bucci: "È questo il modello Genova?"

Dopo le polemiche per l'inaugurazione del point elettorale arriva un nuovo attacco alla giunta da parte del Partito Democratico di Genova, questa volta in merito al fiume di terra e acqua che ha travolto galleria Mazzini entrando da largo Lanfranco e dal tetto a causa delle infiltrazioni. (Qui l'articolo completo)

Toti: "Questa giunta non accetta lezioni, attacco vergognoso"

Non si è fatta attendere la replica del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, che ha respinto le accuse: "La nostra sala operativa è sempre aperta e sta monitorando costantemente la situazione. Ma dico no alla battaglia politica su temi seri come quelli di Protezione Civile, la Liguria non se lo merita. Ritengo che in tema di allerte e previsioni, questa Giunta non debba prendere lezioni da nessuno, tanto più in considerazione degli investimenti sostenuti in questi anni per la messa in sicurezza del territorio, a partire dalla copertura del Bisagno e dallo scolmatore del Fereggiano fino, pochi giorni fa, ai 3,9 milioni stanziati per la mitigazione del rischio idrogeologico del Rio Rezza, nel capoluogo.  Ho sempre detto che la sicurezza dei cittadini non deve avere colore politico per questo con indignazione respingo le accuse dell'opposizione sul maltempo. Un attacco vergognoso, non degno di chi dovrebbe rappresentare le istituzioni. Tutto il resto è solo triste polemica politica a cui non intendo abbassarmi".

Crivello: "Quante risorse ha investito l’attuale giunta per la messa in sicurezza di Genova?"

Nella polemica si è inserito anche Gianni Crivello, il consigliere comunale della Lista Lista Crivello, rivolgendosi a Toti, ha scritto in una nota: "Caro presidente, in qualità di ultimo assessore alla Protezione Civile del Comune di Genova non amo e non ho mai amato le polemiche nelle situazioni emergenziali come quelle di queste ore, ci sarà sempre tempo nei prossimi giorni, nelle sedi istituzionali. Tuttavia non accetto la sua ricostruzione non veritiera. Lei non può appropriarsi degli investimenti per la messa in sicurezza del territorio come lo Scolmatore del Fereggiano, della copertura del Bisagno, e dello Scolmatore dello stesso Torrente Bisagno, è falso. Lei ha ereditato, come accade, tali opere ma non partono da investimenti della sua giunta. Colgo l’occasione per rivolgerle una domanda che potrebbe girare a Marco Bucci: 'Quante risorse ha investito l’attuale giunta comunale di centro destra per la messa in sicurezza di Genova?'. Concludo con un suggerimento, quando gran parte della città è invasa da acqua e fango le inaugurazioni si possono rinviare, in particolare se si tratta di un point elettorale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd e M5s all'attacco: "Brindisi e applausi mentre Genova si allaga". Toti: "Non accetto lezioni"

GenovaToday è in caricamento