Martedì, 22 Giugno 2021
Politica Sampierdarena / Via Antonio Cantore

Centro Ovest, Lega e 5 Stelle insieme per evitare il commissariamento

Il centrodestra si dice disponibile a sottoscrivere i punti elencati dai consiglieri pentastellati per dare a Sampierdarena e San Teodoro un governo stabile

Prove d’intesa tra Movimento 5 Stelle e Lega, almeno per quanto riguarda il Municipio Centro Ovest: ricalcando la situazione che si sta verificando a Roma, i consiglieri del centrodestra e quelli pentastellati stanno tentando di trovare un accordo per dare a Sampierdarena e San Teodoro, commissariate dall’elezione del sindaco Bucci, un governo stabile.

L’intesa aveva raggiunto uno stallo lo scorso aprile, quando, dopo il voto contrario dei consiglieri 5 Stelle, la maggioranza di centrodestra aveva chiesto una sorta di “programma” definendo però irricevibili i punti elencati dai pentastellati.  A distanza di qualche settimana, però, è proprio il commissario leghista Renato Falcidia a riproporre l’accordo attraverso un “contratto per il Centro Ovest” che ricalca una serie di punti indicati come fondamentali dai pentastellati. E dunque patti d’area, stesura di una nuova legge elettorale per i Municipi, difesa del piccolo commercio, tavoli di confronto su opere come la sistemazione del nodo di San Benigno e Lungomare Canepa e per il mantenimento della rampa di via Cantore, contrasto all’azzardo.

«Il territorio non può più aspettare perché ha bisogno di un governino per portare avanti i progetti condivisi nell’interesse dei cittadini di Sampierdarena e San Teodoro - ha fatto sapere la Lega - Visto e considerato che il termine ultimo per la votazione del presidente del Municipio è sabato 19 maggio, proponiamo nuovamente ai consiglieri eletti del M5S di sottoscrivere insieme il ‘Contratto per il Centro Ovest’ e di avviare i lavori della nuova amministrazione per scongiurare l'ipotesi commissariamento. Come centrodestra del Municipio Centro Ovest ci assumiamo, davanti alla cittadinanza, l’impegno formale e concreto di includere nel nostro programma di governo municipale i 6 punti proposti nei giorni scorsi dal M5S direttamente al Comune, che ovviamente saranno portati avanti con i consiglieri pentastellati attraverso un dialogo costruttivo, nel tempo e congiuntamente».

Il consiglio è stato dunque convocato per giovedì 17 maggio per la nomina di Falcidia a presidente: «Prendiamo atto del fatto che il centrodestra abbia alla fine deciso di accettare i nostri punti - conferma a Genova Today Michele Colnaghi, capogruppo del Movimento 5 Stelle - Pertanto, rimanendo all' opposizione e senza accettare alcun posto nella maggioranza o poltrone, concederemo una fiducia a tempo per vedere se realmente lavoreranno fin da subiro alla realizzazione dei punti mantenendo quanto elencato nel contratto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro Ovest, Lega e 5 Stelle insieme per evitare il commissariamento

GenovaToday è in caricamento