rotate-mobile
Politica

Luca Bizzarri, primo giorno da presidente del Ducale

L'attore e comico genovese ha partecipato stamattina alla prima riunione del consiglio d'indirizzo della Fondazione, cui si è aggiunta la presentazione dei Giochi Europei Paralimpici

Luca Bizzarri è ufficialmente il presidente di Palazzo Ducale: la nomina è stata formalizzata in mattinata, con la prima riunione del consiglio d’indirizzo della Fondazione Palazzo Ducale cui l’attore e comico genovese ha partecipato proprio nelle vesti di presidente. 

Bizzarri, che raccoglie il testimone di Luca Borzani, ha partecipato anche alla conferenza stampa di presentazione dei Giochi Paralimpici Europei Giovanili, dicendosi onorato di iniziare il suo percorso da presidente proprio in occasione dell’evento: «Considerate il Ducale come casa vostra», è stato l’augurio ai ragazzi.

A Palazzo Ducale in mattinata erano presenti anche gli assessori comunale e regionale alla Cultura, Elisa Serafini e Ilaria Cavo, e il presidente della Regione, Giovanni Toti, che ha definito Bizzarri «un ragazzo che ha dimostrato un talento multiforme, ha fatto molto nella sua vita, sia nel campo della recitazione, sia del teatro e degli audiovisivi. Palazzo Ducale è un’istituzione collaudata e consolidata che è cresciuta nel campo delle mostre e in campo artistico e oggi credo che possa puntare ad allargare la sua area semantica per sperimentare e ringiovanirsi, aprendo le porte ad una città e a una regione che vogliono un’Istituzione culturale multiforme, poliedrica e centrale nella sua offerta. Siamo convinti - ha concluso Toti - che Luca abbia la voglia, la competenza e la creatività per portare innovazione e fantasia anche in un’Istituzione come il Ducale».

Soddisfatta anche l’assessore Cavo: «Regione e Comune hanno creduto molto in Luca Bizzarri, perché è un grande professionista, un artista che può mettere a disposizione la propria capacità ideativa e la propria vitalità per la sua città. Ha voglia di fare molto per la sua città, ha sempre dimostrato un attaccamento e una capacità di critica costruttiva. Il fatto che oggi, appena eletto, abbia voluto essere presente e fare gli onori di casa alla presentazione dei giochi paralimpici giovanili è stato un bel segnale di sensibilità e dell'intenzione di fare del Ducale un luogo aperto a tutti, soprattutto ai giovani, dove accadono gli eventi più importanti della città. Le barriere da abbattere non sono solo legate allo sport, ma anche culturali e il suo primo messaggio è stato chiaro. Cosi come è stato chiaro il suo messaggio questa mattina al consiglio di indirizzo: cambiare nel segno della continuità , costruire qualcosa di nuovo senza distruggere quanto costruito finora».  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Bizzarri, primo giorno da presidente del Ducale

GenovaToday è in caricamento