Venerdì, 19 Luglio 2024
I progetti

Linea del Campasso: "Stop alle merci pericolose e interventi di riqualificazione"

Firmato l'addendum al protocollo di intesa per la realizzazione del progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana delle aree del Comune di Genova interessate

Al termine dell'assemblea pubblica organizzata dal Comune di Genova nella Casa di Quartiere di Certosa è stato firmato, lunedì 20 novembre 2023, l'addendum al protocollo di intesa del 31 agosto 2022 per la realizzazione del progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana delle aree del Comune di Genova interessate dal progetto ferroviario Potenziamento Genova-Campasso. Nei giorni scorsi c'era stata una manifestazione tra Sampierdarena e Certosa da parte dei cittadini contrari al progetto. Il documento è stato sottoscritto dal viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi, dall'assessore allo sviluppo economico di Regione Liguria Alessio Piana, dal sindaco di Genova Marco Bucci, dal Commissario straordinario per il Progetto unico Calogero Mauceri e dal vicedirettore generale di Rfi Vincenzo Macello. Presente anche il commissario straordinario dell’Autorità di sistema portuale Mar ligure Occidentale Paolo Piacenza.

Nell'addendum è inserita l'erogazione di 6 milioni di euro - in due tranche da 3 milioni di euro, la prima entro 30 giorni - al Comune di Genova per lo sviluppo del progetto di fattibilità tecnico economica della riqualificazione delle aree e per l'espletamento della verifica ambientale, in raccordo con Regione Liguria, per individuare specifici criteri di sostenibilità (verifiche su rumore, paesaggio, vibrazioni, inquinamento elettromagnetico).

Bucci: "Passo fondamentale per il futuro di Certosa"

"L’Addendum firmato oggi è un passo fondamentale per il futuro di Certosa e della Valpolcevera ha dichiarato il sindaco Marco Bucci -. Dobbiamo fare in modo che ci sia il minor impatto possibile per i cittadini con la costruzione della nuova linea del Terzo Valico. Un intervento fondamentale per il futuro del nostro porto e della città. Assicuriamo che le merci pericolose passeranno solo dalla linea sommergibile e non dal Campasso, una richiesta dei cittadini che abbiamo subito accolto con favore. Il 40% dei 200 milioni di investimento saranno inoltre usati per un'operazione di riqualificazione mai vista. Al Campasso ci sarà una nuova strada da gennaio e una struttura sportiva a disposizione degli studenti di via Porro. Certosa diventerà anche un importante polo per le residenze universitarie con gli appartamenti a canone ridotto che serviranno per ospitare i ragazzi e anche all'Iit per alloggiare i ricercatori stranieri. Sarà una grande riqualificazione del quartiere. Ai cittadini chiedo di collaborare e tirare fuori idee, continueremo ad ascoltare tutti come avevamo fatto con il ponte".

"Merci pericolose, divieto di transito"

Durante l'assemblea è stata annunciata dal sindaco Bucci e dal vicesindaco Piciocchi la firma di un'intesa con Ferrovie per il divieto di transito merci pericolose sulla linea ferroviaria Campasso e quindi con transito consentito solo sulla sommergibile. La proposta di riqualificazione e rigenerazione urbana per Genova ha un finanziamento di 199 milioni di euro stanziati dal governo.  Il progetto integrato è finalizzato a una maggiore sostenibilità ambientale, sociale ed economica dell’intervento infrastrutturale ferroviario e per una rigenerazione del contesto urbano. 

"L'addendum - ha spiegato il vicesindaco di Genova e assessore ai Lavori Pubblici Pietro Piciocchi nella sua introduzione a inizio assemblea - permette la messa a terra di quanto previsto dal masterplan. La proposta progettuale iniziale è stata notevolmente arricchita, recependo anche idee e spunti dei cittadini. Ricordo due ambiti di intervento importanti come la copertura di via Ardoino, di cui è già partita la progettualità da parte di Ferrovie, e la riqualificazione dell'area Facchini, su 32mila metri quadri, intervento chiesto con forza dal territorio. Con l'Addendum che ratifica la convenzione finanziaria, dopo il masterplan già approvato, possiamo sviluppare i successivi step progettuali e procedere anche alla convocazione del tavolo del Pris, la sede presso Regione Liguria deputata a stabilire espropri e indennizzi. Partiranno i tavoli di monitoraggio in cui ci daremo un metodo di lavoro per seguire insieme il progetto. Il Comune vuole sfruttare fino in fondo i 200 milioni di risorse messe a disposizione per una rinascita riqualificazione rivitalizzazione territorio Certosa e Campasso".

Tutti gli interventi di riqualificazione in Valpolcevera 

Il vicesindaco Piciocchi ha poi ricordato che, rispetto al Protocollo di agosto 2022, si sono aggiunti interventi di rigenerazione che riguardano: alcuni edifici di Fegino; via Francesco Campora, via argine Polcevera, via Pisoni e piazza Pallavicini a Rivarolo; via Ferri a Borzoli; l’ex deposito locomotore nelle aree Facchini - che saranno acquistate dal Comune di Genova da Rfi - con la realizzazione del primo liceo della Val Pocevera, aree pubbliche verdi e sportive; via Canepari, via Rossini e via Ariosto a Certosa; la scuola media Caffaro sarà ricostruita completamente; via Anguissola e via Vicenza al Campasso; la copertura di via Ardoino a Sampierdarena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linea del Campasso: "Stop alle merci pericolose e interventi di riqualificazione"
GenovaToday è in caricamento