menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce il Registro regionale degli assistenti familiari

«Il Registo nasce con l'obiettivo di definire il profilo professionale, favorire l'incontro tra domanda e offerta, regolarizzare i rapporti di lavoro e aumentare la professionalità degli operatori», spiega l'assessore alla salute, Sonia Viale

Un aiuto a chi cerca figure professionali a cui affidare la cura di una persona cara fragile o non autosufficiente. La Giunta regionale istituisce il Registro regionale degli assistenti familiari. Uno strumento che va incontro alle famiglie, ma anche agli operatori, che potranno veder valorizzata la loro professionalità.

«Il Registo nasce con l'obiettivo di definire il profilo professionale, favorire l'incontro tra domanda e offerta, regolarizzare i rapporti di lavoro e aumentare la professionalità degli operatori», spiega l'assessore alla salute, Sonia Viale.

Potranno iscriversi al registro gli operatori nell'ambito del "lavoro di cura" (sostegno e accompagnamento della persona fragile o non autosufficiente): «per la prima volta introduciamo anche un richiamo alla Carta dei Valori, della cittadinanza e dell'integrazione, che dovrà essere sottoscritta dagli operatori stranieri, a cui sarà richiesta anche un'adeguata conoscenza della lingua italiana», conclude l'assessore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento