rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Politica

Lavoro, Letta a Genova: "Servono contratti a tempo indeterminato"

Il segretario Pd Enrico Letta durante un incontro elettorale a Genova al cinema Sivori

"Una riduzione shock delle tasse sul lavoro e l'introduzione del salario minimo in Italia".

Sono le due priorità indicate dal segretario Pd Enrico Letta durante un incontro elettorale a Genova al cinema Sivori, un luogo simbolo per la sinistra italiana, dove nel 1892 nacque il Partito Socialista Italiano, il primo partito di massa dei lavoratori italiani.

"Occorre una riduzione choc delle tasse sul lavoro per far sì che i salari siano più alti e per lottare contro il lavoro nero in un Paese che ha bisogno di lavoro e che il lavoro torni al centro della politica - dice Letta - L'introduzione del salario minimo per noi è la chiave principale con cui aiutare la parte di lavoratori che oggi lavora con salari inaccettabili, il lavoro povero va eliminato".

Al centro dunque la questione del lavoro: "Siamo qui perché per noi il lavoro è la questione fondamentale e più importante della campagna elettorale, sono qui con il ministro del Lavoro Andrea Orlando per rivendicare quello che di buono abbiamo fatto in questa legislatura. L'agenda sociale è stata il cuore del discorso di Draghi del 20 luglio, lì dentro c'erano tante importanti prospettive che sono state fatte cadere da chi si è assunto la responsabilità di fare cadere il Governo", ha aggiunto Letta.

"Il nostro programma sul lavoro è molto chiaro: lotta alla precarietà, primo impiego per i giovani con la decontribuzione e a tasse zero, abbattimento dei finti stage e soprattutto una riduzione choc delle tasse su lavoro Nel nostro programma sono previsti incentivi ai contratti a tempo indeterminato, che per noi dev'essere la strada maestra", ha detto il segretario del Pd.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Letta a Genova: "Servono contratti a tempo indeterminato"

GenovaToday è in caricamento