menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Kavo Promedi, Rixi: «Questo caso si potrebbe replicare in altre situazioni»

Il consiglio regionale ha approvato una mozione che impegna la giunta a intervenire presso l'azienda per trovare una soluzione economica per i lavoratori

Il Consiglio regionale ha approvato all'unanimità una mozione, sottoscritta da tutti i gruppi, che chiede alle istituzioni di tutelare i lavoratori della Kavo Promedi di Nervi e a intervenire presso il Governo per promuovere una legislazione che eviti il verificarsi in futuro di casi analoghi.

Il documento, frutto di una elaborazione in III Commissione, è stato presentato in aula da Stefania Pucciarelli (Lega Nord Liguria-Salvini) presidente della stessa commissione. L'ordine del giorno riguarda la vicenda della Kavo Promedi di Genova: senza nessun preavviso alle istituzioni e alle organizzazioni sindacali, nella notte del 6 febbraio scorso era stato avviato lo smantellamento dei macchinari e degli impianti con l'intenzione di trasferire altrove l'attività e di licenziare i 19 dipendenti.

Il documento impegna la giunta a svolgere un ruolo di coordinamento con gli enti locali per mantenere la comunicazione istituzionale nei confronti dei media rispetto a quanto accaduto, a intervenire presso l'azienda per trovare una soluzione economica per i lavoratori, a intervenire sul Governo affinché sia promossa una legislazione di tutela per impedire che altre multinazionali operative in Italia possano assumere comportamenti simili.

L'ordine del giorno, inoltre, prevede nelle norme attuative della Legge sulla crescita misure specifiche che impediscano che le società che abbiano goduto di agevolazioni e finanziamenti pubblici possano delocalizzare produzione e macchinari. Il documento, infine, impone di attivare gli strumenti delle politiche attive del lavoro per tutelare i dipendenti della Kavo Promedi licenziati.

Marco de Ferrari (Movimento 5 Stelle) ha annunciato il voto favorevole al documento assicurando l'impegno del suo gruppo «a seguire la vicenda per impedire che casi simili si possano ripetere».

Gianni Pastorino (Rete a sinistra): «Questo caso va stigmatizzato con forza e questa mozione è un impegno forte della Regione perché non cada l'attenzione su Kavo» ha dichiarato, apprezzando il tempestivo impegno sulla vicenda dell'assessore allo sviluppo economico Edoardo Rixi.

Sergio Rossetti (Pd) ha auspicato un'azione collegiale di tutti gli enti per trovare una soluzione occupazionale agli addetti e ha aggiunto: «Il comportamento dell'azienda è inaccettabile, il lavoro è fatto per le persone, che non sono limoni da spremere finché sono utili».

Alice Salvatore ha sottolineato il profilo internazionale della vicenda: «Occorre portare l'attenzione non solo alle istituzioni regionali ma al Parlamento europeo. Stiamo interrogando il parlamento europeo affinché l'azienda sia sanzionata».

Lilli Lauro (Lista Toti Liguria): «Non possiamo aspettare le risposte dall'Europa - ha dichiarato - la Regione con l'assessore Rixi si è già attivata, ma tramite il Comune occorre impegnare tutte le istituzioni per tutelare a 360 gradi i lavoratori e le loro famiglie».

L'assessore allo sviluppo economico Edoardo Rixi ha ricostruito le fasi della vicenda rilevando che esistono altri casi simili e ha auspicato che a livello nazionale si trovi rapidamente una soluzione legislativa per le delocalizzazioni all'interno del mercato unico europeo per evitare che si ripetano situazioni come quella della multinazionale Kavo. «Se non ci sarà una legislazione nazionale simile a quella tedesca, austriaca e di altri paesi che hanno tenuto conto a tempo debito del problema - ha aggiunto - saremo sempre in continuo preallarme perché questo caso si potrebbe replicare in altre situazioni. Questo grave episodio – ha aggiunto - non deve rimanere impunito e l'azienda non se ne deve andare se prima non salda il suo debito con i lavoratori non solo per lo stipendio ma anche per la mancanza di una prospettiva lavorativa. La società – ha spiegato - meditava da novembre di delocalizzare, quindi si tratta di una scelta davvero dolosa». Rixi ha garantito il suo impegno presso il Governo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento