rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Politica

Ischia, lo sfogo di Giampedrone: "Si piangono i morti, poi però tutto torna come prima"

Il riferimento va anche alle tragedie e ai danni causati dal maltempo in Liguria negli anni: "Le risorse dello Stato sono sempre poche e investire in sicurezza in tempo di pace costa fatica progettuale, amministrativa e burocratica, serve responsabilità e consapevolezza del rischio sempre"

"Si parla di lotta al rischio idrogeologico e di piani nazionali di resilienza solo dopo le tragedie. Giusto il tempo di gestire l'emergenza e di piangere le persone che hanno perso la vita e poi tutto torna come prima". Il duro sfogo dell'assessore alla Protezione Civile della Regione Liguria, Giacomo Giampedrone, arriva su Facebook, in merito alla tragedia di Casamicciola ma non solo. Il riferimento va anche alle tragedie e ai danni causati dal maltempo in Liguria negli anni.

"Le risorse dello Stato sono sempre poche e investire in sicurezza in tempo di pace costa fatica progettuale, amministrativa e burocratica, non porta titoloni sui giornali né consensi elettorali facili - spiega l'assessore - serve responsabilità e consapevolezza del rischio sempre. Non a intermittenza, a maggior ragione con eventi climatici che sono e saranno sempre più impattanti e devastanti a causa dei cambiamenti climatici in atto".

Solo in questo modo, sostiene Giampedrone, potrà finalmente partire un grande piano di 'rammendo' del Paese, come lo ha definito Renzo Piano: "È l'unica possibilità che ci resta e di cui la Liguria ne ha fatto una grande sfida totale e per il quale ci battiamo ogni giorno e continueremo a farlo per tutti i giorni del nostro mandato. Mi auguro che il nuovo governo lo capisca subito e non si voglia attendere inermi la prossima tragedia per poi tornare a piangere di nuovo, con un velo di ipocrisia in più". Per il resto, conclude, "la Protezione civile della Liguria si unisce al cordoglio dei familiari delle vittime di Ischia".

E, a proposito della nostra regione, in questi giorni si infiamma la polemica relativa proprio alle misure per Ischia contenute nel decreto Genova, dopo il crollo del Morandi. Il ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, rispondendo a una domanda sulle polemiche innescate dall'accusa di Matteo Renzi di aver inserito un condono edilizio nel decreto Genova, ha detto a Rtl 102.5: "Di fatto con il ponte di Genova c'è stata una sanatoria notevole".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ischia, lo sfogo di Giampedrone: "Si piangono i morti, poi però tutto torna come prima"

GenovaToday è in caricamento