rotate-mobile
Politica

Comune Genova vende immobili pubblici per fare cassa

Se approvato, il piano frutterà a Palazzo Tursi 28 milioni di euro. A giorni la decisione in consiglio. Fra gli edifici l'ex facoltà di via Bertani, l'ospedale di Coronata, l'ex rimessa Sati di via Lagaccio

Ci sono anche l'ex facoltà di via Bertani, l'ospedale di Coronata, l'ex rimessa Sati di via Lagaccio, un immobile di piazza Raggi e appartamenti in via Lomellini fra gli immobili pubblici, che il Comune di Genova intende vendere per fare cassa.

Il piano prevede entrate per 28 milioni di euro. Ad annunciare la proposta, che verrà votata in consiglio martedì 20 o mercoledì 21 marzo, l'assessore comunale al Bilancio Franco Miceli.

«Il piano prevede la vendita di immobili non utili per il Comune di Genova - afferma Miceli -, ma utili per fare nuove entrate. I 28 milioni di euro saranno destinati a investimenti in conto capitale per finanziare lavori pubblici nel 2012. Se il piano non sarà approvato dal consiglio comunale, Genova rimarrà senza investimenti».

La reazione del Pdl non si è fatta attemdere: «È assurdo che dopo 5 anni di tempo perso, il piano di svendita accelerata di immobili pubblici venga portato al voto nell'ultimo consiglio comunale - ha denunciato il consigliere Stefano Balleari -. La delibera di giunta è stata presa il 16 marzo, ci è stata comunicata venerdì scorso, senza poter valutare il valore reale degli immobili».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune Genova vende immobili pubblici per fare cassa

GenovaToday è in caricamento