Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

Consigliere genovese scrive "uno di meno" dopo la morte di Strada, poi chiede scusa

Dopo il caso di Cogoleto anche un consigliere del Municipio Medio Levante, Igor D'Onofrio di Fratelli d'Italia, è finito al centro della bufera per un commento sulla morte di Gino Strada, il Partito Democratico: "Si dimetta"

Dopo il caso di Cogoleto, che ha portato alle dimissioni del consigliere comunale Francesco Biamonti, anche un consigliere del Municipio VIII Medio Levante, Igor D'Onofrio di Fratelli d'Italia, è finito al centro della bufera per un commento sulla morte di Gino Strada con il Partito Democratico di Genova che ha chiesto le sue dimissioni. D'Onofrio, che in passato era finito al centro della polemica politica per una serie di post pubblicati su Facebook in cui inneggiava alla fondazione dei fasci di combattimento, si è poi scusato attraverso i social. 

"Apprendiamo con sconcerto e indignazione - ha scritto il Partito Democratico in una nota - che il consigliere di Fratelli d'Italia nel Municipio VIII Medio Levante Igor D'Onofrio abbia inteso salutare la morte di Gino Strada con le parole: "Uno di meno" unite da vario ciarpame fascista. Il contegno del consigliere D'Onofrio, peraltro non nuovo ad atteggiamenti del genere, non è compatibile con la rappresentanza della cittadinanza e delle istituzioni genovesi. Chiediamo le sue dimissioni, e chiediamo che Fratelli d'Italia e il sindaco Marco Bucci si dissocino dalla volgarità estremista del loro consigliere prendendo le dovute distanze e pretendendo le sue dimissioni".

Igor D'onofrio nella serata di domenica 15 agosto ha poi chiesto scusa: "Quando si sbaglia, bisogna saperlo ammettere e cospargersi il capo di cenere: ho commentato un post altrui che parlava della dipartita del dottor Strada con toni assolutamente irrispettosi: è un errore non essere deferenti di fronte alla tragedia della morte, anche per rispetto del dolore dei parenti che soffrono, non va mai fatto. Devo solo scusarmi con chi si è sentito ferito, lo avessero fatto per una persona a me cara ne avrei patito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigliere genovese scrive "uno di meno" dopo la morte di Strada, poi chiede scusa

GenovaToday è in caricamento