menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gronda: Marco Doria perplesso, ecco i punti critici

Il sindaco di Genova ha effettuato un sopralluogo nella zona dove dovrà essere costruita la Gronda. Tanti i dubbi del primo cittadino genovese, non solo a riguardo di quest'opera

Genova - Il sindaco di Genova Marco Doria ha verificato sul campo il progetto e l'andamento dei lavori per la Gronda, il passante autostradale in Valvarenna. «Bisogna ragionare su un diverso sistema di viabilità» avrebbe detto il sindaco al termine del viaggio.

Addirittura dopo aver visto la situazione, il primo cittadino genovese afferma di avere molte perplessità in più per un'opera che non lo ha mai convinto al 100%. Un tour durato più di due ore, come testimonia il Secolo Xix, durante il quale Doria ha sottolineato cosa più non lo convince nella valle, non solo in riferimento alla Gronda, (lavoro che secondo il sindaco potrebbe durare quasi 10 anni) e nello specifico:

- Via Pomà rischia di sprofondare per via del torrente adiacente. Gli abitanti hanno chiesto a Doria la privatizzazione della strada per poterci lavorare a proprie spese.

- La cava di Pian di Carlo accoglie 400 mila metri cubi di materiale inerte, che incombe sul Varenna. Il muro di contenimento non è più in grado di sopportare l'enorme peso della discarica.

- L'invasione delle famiglie durante i weekend. Ogni domenica, più di mille persone, in prevalenza sudamericani, prendono d'assalto le sponde del Varenna provocando l'intasamento della zona».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento