Musso: «Giunta Doria, il buongiorno si vede dal mattino»

Musso evidenzia un condizionamento da parte dei partiti: «Oddone era stato indicato dal partito di Vendola in Regione per sovrintendere alla rete telematica ligure e a breve distanza viene mandato a occupare una casella centrale nella giunta comunale»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

«Appena ieri avevo detto che la Giunta va giudicata sulla base dei fatti.  Al suo primo giorno, un fatto molto grave è sotto gli occhi di tutti, e manifesta i limiti dello stesso Doria: il neo assessore Oddone rifiuta di lasciare l’incarico di presidente della società informatica della Regione Liguria, Datasiel, che ha intrecciato peraltro la sua attività con quella della rete informatica di Palazzo Tursi, dando vita a un conflitto di interessi inaccettabile. Su questo primo banco di prova si misurerà la capacità del nuovo Sindaco di gestire la propria squadra di governo».

«Leggo peraltro che si parla di 'tecnici' di area Pd e di 'tecnici' di area Sel. Oddone, che si riferisce a quest’ultima, era stato indicato dal partito di Vendola in Regione per sovrintendere alla rete telematica ligure e a breve distanza viene mandato a occupare una casella centrale nella giunta comunale come quella dello Sviluppo Economico. Tecnici validi per tutti gli usi e strettamente sponsorizzati da segreterie di partito non sono proprio la grande novità che Genova attendeva da Marco Doria. Se il buongiorno si vede dal mattino…».

Torna su
GenovaToday è in caricamento