rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica Sampierdarena / Via di Francia

Prostitute sulle strade, più telecamere a fare da deterrente

«Intensificheremo le installazioni soprattutto in certe zone, dove obiettivamente la prostituzione disturba anche l'attività e il decoro di alcune aziende». Così l'assessore Garassino in consiglio comunale

All'ordine del giorno del consiglio comunale di oggi c'era anche un'interpellanza, presentata da Alberto Campanella (Fdi), a proposito di eventuali interventi per arginare la prostituzione.

Così l'assessore Stefano Garassino: «il problema non è nuovo. Ci sono le prostitute perché ci sono i clienti. A mio parere questo non è il problema più grave della città, considerando che l'80 per cento delle prostitute genovesi non esercita per conto di un padrone. In alcuni casi invece, come per la prostituzione nigeriana, c'è lo sfruttamento; questo deve essere combattuto perché realmente indegno».

«Un buon deterrente - conclude Garassino - per questo è la presenza di telecamere, di cui intensificheremo le installazioni soprattutto in certe zone, dove obiettivamente la prostituzione disturba anche l'attività e il decoro di alcune aziende. Le leggi attuali non permettono molti altri interventi, in materia».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostitute sulle strade, più telecamere a fare da deterrente

GenovaToday è in caricamento