menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forza Nuova e la destra europea in convegno a Genova, ma è polemica

Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, ha tenuto una conferenza stampa per annunciare che Genova sarà teatro di una manifestazione che radunerà partiti dell'ultradestra. Insorgono le altre forze politiche

«Il pensiero che Genova, città medaglia d'oro della Resistenza, possa essere invasa da movimenti nazionalisti di destra che fanno della prevaricazione degli uni sugli altri il loro credo fa rabbrividire”. Lo dichiara Massimiliano Milone coordinatore provinciale di Sel Genova dopo avere appreso la notizia che Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, ha tenuto una conferenza stampa per annunciare che Genova sarà teatro di una manifestazione che radunerà partiti dell'ultradestra.
 
«È necessario un rifiuto forte da parte delle forze democratiche della nostra città a queste provocazioni – continua Milone –. Auspico inoltre che le istituzioni giochino un ruolo attivo affinché l'annunciata manifestazione non si faccia. Il nostro ordinamento, ricordo, vieta manifestazioni d'ispirazione fascista”.
 
«Ci impegneremo fin da ora a promuovere incontri pubblici per sensibilizzare i cittadini sull'importanza della nostra Costituzione figlia della Resistenza – aggiunge Angelo Chiaramonte coordinatore regionale di Sinistra Ecologia Libertà – soprattutto in un momento di rigurgiti di vecchi e nuovi nazionalismi è più che mai un baluardo democratico da preservare e attuare”.

«Ci auguriamo – conclude Chiaramonte – che Genova risponda a quella che è a tutti gli effetti una provocazione e metta insieme le forze democratiche e antifasciste per far sì che la manifestazione annunciata non si tenga. Noi faremo la nostra parte”.

Durante la conferenza stampa, Roberto Fiore ha confermato il raduno. «Tra febbraio e marzo pensiamo di riuscire a organizzare un grande convegno internazionale sull'ordine pubblico, che vedrà presenti esponenti di partiti e movimenti che già hanno risolto questo problema o lo stanno risolvendo, persone con noi alleate, provenienti da paesi come Slovacchia, Ungheria e Polonia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento