menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiera di Genova, polemica Doria-Toti su lavoratori e costi

Toti: «Il Comune non rispetta gli accordi. Occorre un cambio di rotta immediato». Doria: «Parole strumentali»

Si alzano i toni sulla questione della Fiera di Genova, sia dal punto di vista economico sia da quello occupazionale. «Il Comune di Genova non sta rispettando gli accordi presi, non sta pagando i debiti e non sta tutelando i suoi lavoratori. Occorre un cambio di rotta immediato». La Regione Liguria chiede in merito alla vicenda in vista dell'assemblea degli azionisti, convocata giovedì 23 giugno. Porto Antico durante l’incontro sindacale ha spiegato che, nella futura disponibilità delle aree ipotizzata dal Comune di Genova, non è sostenibile da parte loro l'acquisizione di un ramo da azienda comprendente i 16 dipendenti, ipotizzato all'origine della trattativa. «Mentre il Comune si dimostra inadempiente - sottolineano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l'assessore regionale al lavoro Gianni Berrino - la Regione ha mantenuto fede agli impegni assunti in sede sindacale. Pertanto il nostro auspicio è che la situazione dei lavoratori venga totalmente risolta da chi questo problema l'ha creato».  

«Le dichiarazioni del presidente Toti contro l’Amministrazione comunale a proposito di Fiera sono strumentali  e rischiano di complicare una vicenda complessa che richiederebbe collaborazione tra le istituzioni - replica il sindaco Marco Doria - Il  problema della ricollocazione dei lavoratori di Fiera è stato affrontato dal Comune non con le dichiarazioni, ma con i fatti. Dei 39 lavoratori della società,  13 hanno trovato disponibilità all’assunzione nelle partecipate del Comune. La Regione ha messo a disposizione cinque posti. Gli altri soci istituzionali nessuno. Inoltre il  presidente dimentica forse perché lontano da Genova, che già prima della messa in liquidazione, il Comune aveva collocato nelle proprie società quattro dipendenti di Fiera, in forma stabile, e altri sei attraverso distacco dal 2013.  Per i lavoratori ancora in eccedenza  l’impegno del  Comune non verrà meno. Occorre però che tutti facciano la propria parte. Anche sui soldi la Regione è  fuori strada: il Comune sta onorando gli impegni finanziari nei confronti di Fiera connessi al padiglione Jean Nouvel».  

«Le parole del sindaco Doria mi tranquillizzano - replica Toti - Evidentemente il Comune ha deciso di pagare il suo debito verso Fiera, in questo caso l'ente avrà una plusvalenza attiva, e di assumere i dipendenti come da accordi. Se all'assemblea di giovedì i rappresentanti del Comune confermeranno con i fatti le parole odierne di Doria non vi sarà alcun problema né per i creditori dell'ente né per i lavoratori dello stesso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento