rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica

Lotta all'evasione fiscale: Genova al primo posto in Italia

Nel 2015 gli accertamenti incrociati sulle tasse hanno fruttato alle casse di Tursi circa un milione e duecento mila euro. In rapporto alla popolazione il risultato di Genova nel 2015 è il migliore d'Italia

Il Comune di Genova ha conseguito anche quest'anno ottimi risultati nell'attività di accertamento dell'evasione ed elusione fiscale. Il contrasto al malcostume di non pagare le tasse ha fruttato alle casse di Tursi circa un milione e duecentomila euro.

È la somma che lo Stato riconosce al Comune di Genova come corrispettivo sulle maggiori somme di tributi statali riscossi a titolo definitivo, grazie all'attività di collaborazione degli uffici finanziari con l'Agenzia delle entrate. L'evasione fiscale viene portata allo scoperto grazie alla verifica dei dati incrociati tra Comune e Agenzia delle Entrate.

Dal 2010 a oggi il Comune ha trasmesso all'Agenzia delle entrate oltre 2.900 segnalazioni e tra queste 974 hanno richiesto accertamento fiscale. Complessivamente dal 2011 le maggiori entrate per questa attività ammontano a 3.150.000 euro.

In rapporto alla popolazione il risultato di Genova nel 2015 è il migliore d'Italia: oltre due euro per abitante. Il Comune di Milano, che è in testa alla classifica tra le città italiane per valore assoluto (2.138.000), ha realizzato 1,6 euro per abitante.

«È un risultato rilevante, soprattutto perché in continua crescita - osserva l'assessore al bilancio Francesco Miceli -. La lotta all'evasione fiscale - sottolinea - è una questione di giustizia in difesa della maggioranza dei cittadini onesti che non aggirano il fisco ed è giusto che venga premiato il contributo delle Amministrazioni comunali. Questa entrata contribuisce alle necessità del Comune per garantire i servizi ai cittadini. Perciò l'azione contro l'evasione è doppiamente giusta».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all'evasione fiscale: Genova al primo posto in Italia

GenovaToday è in caricamento