Elezioni

Regionali 2015, testa a testa Toti-Paita nell'ultimo sondaggio

Secondo le rilevazioni di Euromedia Search il candidato di centrodestra avrebbe recuperato terreno sulla candidata del Pd. Li tallona l'M5S con Alice Salvatore, più staccato Luca Pastorino

La discesa in campo di Giovanni Toti, candidato che il centrodestra ha scelto di schierare per la corsa a governatore della Liguria alle Regionali di maggio, pare avere portato scompiglio sul già dissestato campo da gioco, guadagnando inaspettatamente terreno sulla favorita Raffaella Paita, candidata del Pd. Questo almeno è quanto emerge da un recentissimo sondaggio stilato da Euromedia Research, società storicamente vicina al partito di Silvio Berlusconi .

Pur rimanendo in testa con poco meno del 33% delle preferenze, la fedelissima di Claudio Burlando risulta infatti insidiata da Toti, che la tallona con soltanto 3 punti di distanza: un dato che non può che suscitare qualche preoccupazione nel Pd (il cui ultimo sondaggio dava l’attuale assessore alla Protezione civile al 33,5%), soprattutto alla luce della recentissima candidatura del pupillo di Berlusconi, che in Liguria ha incassato non senza qualche polemica anche il sostegno della Lega Nord e di Matteo Salvini, che ha accettato di sacrificare Edoardo Rixi (che soltanto un mese fa aveva inaugurato la sua campagna elettorale) nella speranza di ottenere migliori risultati alle urne con una più ampia coalizione.

Una mossa che potrebbe però rivelarsi controproducente, perché nel caos generato dalla frattura interna al centrosinistra, con il civatiano Luca Pastorino sceso in campo con una sua lista e quotato al 12,8%, e con malumori che serpeggiano nella base leghista, a guadagnare silenziosamente terreno è il "terzo incomodo" Alice Salvatore, giovane candidata del Movimento 5 Stelle data nel sondaggio al 23,2%, segno che forse la “minaccia” dei militanti liguri del Carroccio di rivolgersi altrove dopo l’uscita di scena di Rixi potrebbe comportare un regalo inaspettato per il movimento di Beppe Grillo.

Al momento di certo c’è che la campagna elettorale è entrata nel vivo, con Toti che dopo avere presentato il programma per la Liguria cerca di guadagnare consensi dopo la gaffe su Novi Ligure e tocca un tema particolarmente sensibile per i genovesi, il mercato abusivo di Via Turati, proponendo via Twitter di “mettere i militari a presidiarlo”. E la Paita che lancia la stoccata, cinguettando che «a differenza della Moretti, Toti non si dimette da parlamentare europeo: l’idea di passare i prossimi cinque anni in Liguria lo terrorizza», cui il candidato berlusconiano ha risposto con un secco «se c'è qualcuno che dovrebbe dimettersi dopo anni di fallimenti è la Paita. Invece si candida presidente della Liguria. Incredibile».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali 2015, testa a testa Toti-Paita nell'ultimo sondaggio

GenovaToday è in caricamento